Come creare una campagna Facebook efficace da zero

Come creare una campagna Facebook efficace da zero

La piattaforma pubblicitaria Facebook Ads è diventata uno degli strumenti online più utilizzati da grandi, medie, piccole imprese e imprenditori.

Il suo successo sta nel opzioni di segmentazione offerteil potere di decidere il nostro budget e la possibilità di ottenere un elevato ritorno sull’investimento rispetto ad altre piattaforme.

Indice dei contenuti:

Sono sicuro che se sei nel campo del marketing digitale, dell’imprenditorialità o del business da molto tempo, lo sai in prima persona. Avrai realizzato campagne, imparato a configurare e investire un budget con il quale ti aspettavi di ottenere un alto ritorno. Vuoi imparare a sviluppare campagne sui social media? Qui hai il Corso in Campagne Social Ads di IEBS, con il quale imparerai a gestire le campagne di pagamento nei principali profili social della tua azienda.

Tuttavia, la realtà è stata molto diversa. Permettimi di chiederti.

Realizzate campagne su Facebook Ads ma i risultati sono disastrosi? I soldi che investi sono lo stesso profitto che ottieni? Sai come configurare le campagne ma ci sono aspetti che non conosci e sono la chiave?

Ti capisco perfettamente. Anche io ho riscontrato questa situazione. Ho investito e perso, ma tutto questo me lo ha permesso scoprire cosa non funziona per trovare cosa funziona.

In questo articolo ti svelo le chiavi che sicuramente non conosci e che ti permetteranno di creare campagne Facebook di successo.

Targeting su Facebook

Se dovessi scegliere i parametri di Facebook ed elencarli da uno a dieci in ordine di rilevanza, sceglierei senza dubbio la segmentazione come primo fattore condizionante per il fallimento o il successo di una campagna Facebook.

Il primo concetto che dovresti conoscere per estrapolarlo successivamente su Facebook, è come misurare la temperatura del traffico nel marketing digitale. Riguarda il modo in cui classifichiamo gli utenti che visitano il nostro sito web.

E ne parliamo traffico freddo, traffico caldo e traffico caldo. Il traffico freddo è gente che non ci conosconoNon sanno niente di noi, cosa facciamo o vendiamo.

Il traffico temperato sono persone che ci conosconosanno cosa vendiamo e se il nostro prodotto o servizio può soddisfare il loro problema o bisogno. Ma non hanno preso provvedimentiNon hanno mai comprato da noi.

Infine, parliamo di traffico caldo. È costituito da persone che sanno già chi siamo. Abbiamo una relazione e siamo stati acquistati o richiesto i nostri servizi. E potrebbero ottenere di più.

Conoscendo la temperatura del pubblico, sembra ovvio che una campagna di Facebook Ads diretta al traffico caldo otterrà un tasso di conversione più elevato rispetto a quando si prende di mira il traffico freddo.

Lascia che ti dica che non è solo la temperatura del traffico, ma la strategia applicata. E sarà più tardi quando parleremo di canalizzazioni di vendita.

Possiamo estrapolare questa temperatura del traffico alle diverse opzioni che Facebook ci offre per la segmentazione.

Pubblico basato sugli interessi

È quello che abbiamo creato da zero selezionando gli interessi, i dati demografici e i comportamenti che definiscono il nostro cliente ideale. Parliamo di traffico freddo.

Ricorda sempre che prima di segmentare su Facebook devi effettuare un’indagine sul tuo avatar rispondendo a domande come:

  • Età, sesso, stato civile e luogo (paese, città)
  • Qual è la tua posizione, livello di istruzione e stipendio mensile
  • Hai figli, quanti anni hanno e che scuole frequentano?
  • Fai acquisti online e in quali negozi
  • Quali sono i tuoi sogni e le tue paure?
  • Quali applicazioni hanno le applicazioni mobili
  • In quali negozi fisici e centri commerciali acquistano
  • che marche segui
  • A quali eventi partecipano?
  • Quali bar, club o ristoranti visitano?
  • Quali blog, blogger e media seguono
  • Quali pagine segui su Facebook?
  • Quali esperti del tuo settore segui, quali autori

Prima di tutto dobbiamo dire chi è il nostro avatar. E da lì, rispondere a tutte le domande, ma per farlo, non dobbiamo solo basarci su ciò che pensiamo, ma anche effettuare una ricerca su Internet.

In questo modo siamo condurre un’indagine approfondita del nostro avatar. Su internet troveremo articoli e pagine dove ci forniranno maggiori informazioni che non conoscevamo.

Tutto questo ci darà un profilo dettagliato di interessi, dati demografici e comportamenti, gli stessi che cercheremo su Facebook.

Non pensare che il prossimo passo sia cercare tutti i dati su Facebook. Prima di ciò dobbiamo sapere cosa ci lancia lo strumento statistica pubblica.

Non la conoscevi?

Lascia che ti dica che l’80% dei professionisti che fanno pubblicità su Facebook Ads non lo usa e non puoi immaginare la quantità di informazioni che ci fornisce in modo che Estrapoliamo tutti gli interessi che abbiamo definito dal nostro avatar a Facebook. Ci offre schemi comuni: pagine che seguono, dati demografici, posizione, livello di formazione…

Tutte le informazioni che estraiamo sono semplicemente spettacolari.

pubblico personalizzato

È quello che creiamo dalle azioni precedenti che hanno eseguito. Potere consideralo un traffico caldo poiché ci conoscono e anche caldo, perché possiamo creare un pubblico di acquirenti. Le opzioni che Facebook lancia sono molteplici.

Come creare una campagna Facebook efficace da zero - Creazione di un pubblico di Facebook Ads

Dobbiamo scegliere il pubblico di origine, il paese a cui ci rivolgiamo e la dimensione del pubblico che si riferisce alla percentuale di somiglianza con l’origine. Quanto abbassare la percentuale più somiglianza, più è alto, maggiore sarà la differenza ma maggiore sarà l’intervallo di potenziale.

Qualcosa che dobbiamo sapere è che nella configurazione di questo pubblico come luogo possiamo solo scegliere il paese. Se stiamo prendendo di mira una città specifica, nel gruppo di inserzioni lo imposteremo.

È possibile che ultimamente tu abbia visto cambiamenti nella creazione di segmenti di pubblico simili e appaia solo la possibilità di creare audience dagli eventi di Facebook e non segmenti di pubblico personalizzati. Questa è la nuova impostazione di Pubblico simile.

Se è così, non preoccuparti. Devi solo scegliere il pubblico da cui vuoi realizzare il simile e nelle azioni avrai la possibilità di crearlo.

Livello di consapevolezza del tuo cliente ideale

Il copy gioca un ruolo fondamentale nella performance dei nostri Facebook Ads. Potresti restringere il design come primo fattore. Ma lascia che te lo chiedacosa importa quanto sia attraente l’annuncio se non stai dando il messaggio giusto alla persona giusta?

READ  Il potere del Social Commerce, che i social network convertono di più

Dovresti farlo nel modo seguente. Se il tuo cliente ideale conosce il tuo prodotto o servizio, allora sa se puoi soddisfare o meno le sue esigenze. Il messaggio deve mostrare i vantaggi ei risultati.

Se, al contrario, non sanno dell’esistenza di te o del tuo prodotto, dovresti cercare di fornire contenuto e valore.

E infine, se il tuo cliente ideale non conosce il bisogno che ha, ma conosce il problema, il nostro messaggio dovrebbe andare a creare quel bisogno specifico.

Strizziamo tutto questo nel piramide del livello di coscienza hai il cliente ideale per il tuo problema e la tua soluzione.

Guarda l’immagine, troviamo tre livelli. Il livello in cui si trova la maggior parte degli utenti è quello in cui non conoscono il problema o la soluzione. Il funnel è più lungo perché bisogna creare una connessione, educarli e creare un’esperienza valida per loro, in modo che finalmente si convertano.

L’ultimo livello è il più piccolo, ma dove l’acquisto è più facile poiché sanno chiaramente quale problema o necessità hanno e come risolverlo.

Come creare una campagna Facebook efficace da zero - Livelli di coscienza

Dobbiamo determinare a quale livello il nostro utente deve creare la strategia giusto e dargli il messaggio giusto.

Ti faccio un esempio. Immagina di voler vendere un corso per migliorare il metodo di studio degli studenti universitari e aumentare la loro capacità di fidelizzazione. In precedenza, offriamo loro una masterclass come risorsa. E il testo dell’annuncio dice quanto segue:

“ Hai difficoltà a memorizzare tutte le materie universitarie? Senti di dimenticare i concetti? Iscriviti alla nostra masterclass dove scoprirai come migliorare la tua capacità di fidelizzazione.”

Se sono un ragazzo di diciotto anni del college, non credo di avere problemi di memoria o di ritenzione, penserò che sia per le persone anziane ma non per me. Come mai? Perché non sono consapevole di esibirmi al di sotto di quello che posso. Vale a dire, Non conosco il mio problema, e quindi nemmeno la soluzione.

Tuttavia, se scommetto sul seguente messaggio:

“Vuoi sapere perché i tuoi compagni di università ottengono risultati migliori di te negli esami studiando meno ore e con meno fatica? In questa masterclass ti sveliamo le chiavi che non ti insegneranno mai all’università per ottenere voti alti ed essere più produttivo studiando di meno.

Cosa ne pensate di questa copia? Se sono uno studente universitario, direi sicuramente di sì, voglio conoscere le chiavi!

L’obiettivo è lo stesso, ma cambia il messaggio che stiamo dando all’utente, perché il suo livello di coscienza è al primo gradino e noi cerchiamo di risvegliare il bisogno.

Il il livello di consapevolezza dovrebbe indicare cosa dire e le tecniche di copywriting come dirlo.

Quale lente devo scegliere?

Domanda che sicuramente ti poni ogni volta che devi creare una campagna. Su Facebook abbiamo trovato un totale di 11 obiettivi pubblicitari, tutti raggruppati in tre colonne:

Come creare una campagna Facebook efficace da zero - obiettivi di fbads

Se noti, ciascuna delle colonne fa riferimento a percorso dell’acquirente, che è il processo svolto da un consumatore dal momento in cui è interessato a un prodotto o servizio fino a quando non prende finalmente la decisione di acquistarlo.

Il Buyer Journey è uno strumento fondamentale della marketing in entratache parla di tecniche di marketing e pubblicità non invadenti, ma piuttosto amichevoli e di accompagnamento.

Su Facebook va seguita questa filosofia, quella di contattare le persone che incontri all’inizio del processo di acquisto e accompagnarle offrendo loro i contenuti appropriati in base al loro profilo e alle loro esigenze, fino all’acquisto definitivo e successivamente alla fidelizzazione.

Come creare una campagna Facebook efficace da zero - Obiettivi campagne Facebook 1

Precisamente, c’è un stretta relazione tra il percorso dell’acquirente e il livello di consapevolezza che ha il cliente ideale. Se un utente non intende acquistare perché non conosce il problema o la soluzione, non possiamo portarlo a una campagna di conversione.

Questo quadro dovrebbe guidarci a scegliere l’obiettivo giusto per la nostra campagna. Ma dobbiamo porci sempre la stessa domanda: cosa vogliamo ottenere con questa campagna Facebook?

Non è sempre lo stesso scopo. C’è chi cerca traffico, visibilità di altre persone, coinvolgimento con i propri social network e nella maggior parte dei casi vendite. Ciascuno degli obiettivi risponde alle esigenze di configurazione della campagna che richiediamo dalla piattaforma.

Tuttavia, lascia che te lo dica su Facebook dobbiamo creare funnel di vendita e scegliere il target e il pubblico giusti per ogni campagna. Essere la strategia quella che ci segna gli obiettivi.

Test A/B

Lascia che ti dica che difficilmente possiamo dire che la perfetta campagna Facebook esiste. Se hai investito migliaia di euro, hai realizzato più campagne, provato testi e design diversi, sicuramente sai quale funziona meglio.

E per di più per esperienza vi assicuro che l’annuncio che è perfetto in un’azienda, dopo aver realizzato la stessa campagna, allo stesso pubblico in una simile, i risultati sono stati diversi.

Ricorda, la formula per creare una campagna Annunci Facebook di successosta nel fare diverse campagne, modificando le variabili e determinare con cui otteniamo risultati migliori, il tutto inquadrato nella nostra strategia.

Cosa sono i test A/B?

Sicuramente ne hai sentito parlare con il termine split test. è circa sviluppare due versioni dello stesso elemento per valutare quale funziona meglio.

In Facebook Ads li usiamo per determinare quale annuncio ottiene risultati migliori. Sebbene a priori possa sembrare che apportare diverse varianti porti ad un aumento delle campagne, ciò che consente è apportare modifiche incrementali che portino gli utenti ad essere più vicini al nostro obiettivo.

Per effettuare correttamente un test A/B su Facebook Ads, dobbiamo concentrarci su quegli elementi che influenzano direttamente i risultati di conversione. Alcuni degli elementi che dobbiamo testare sono:

  • Segmentazione
  • Ottimizzato per la consegna
  • Design
  • copia
  • pulsante di invito all’azione
  • Obiettivo della campagna

Come sapete, una campagna è strutturata in tre livelli:

Campagna > Gruppo di inserzioni > AnnunciCome creare una campagna Facebook efficace da zero - Struttura delle campagne

Raccomandazioni per i test A/B sugli annunci di Facebook

  • Prova divisa a diversi livelli

È un errore molto comune eseguire i test A/B solo su uno dei livelli. Per questo gli elementi da sperimentare che ho condiviso con voi in precedenza si trovano a livelli diversi.

Per fare ciò, puoi creare campane con obiettivi diversi e determinare con cui ottenere risultati migliori.

In insieme di annunci possiamo testare la segmentazione, ma anche l’offerta o l’ottimizzazione per la consegna.

Infine, a livello anno Domini È dove abbiamo più possibilità. Poter variare il design, il testo, il titolo o il pulsante della call to action.

IMPORTANTE!

Per eseguire test A/B a livello di annuncio, ad esempio un’immagine diversa, devi duplicare il gruppo di annunci e in questo nuovo set varia l’elemento pubblicitario da testare. Avere due gruppi di annunci simili e due annunci identici, ad eccezione di un elemento.

READ  Pro e contro della pubblicità sui social media

Perché si fa così?

Perché abbiamo bisogno che gli annunci abbiano budget separatise entrambi gli annunci si trovano nello stesso gruppo di inserzioni, sono bloccati dallo stesso gruppo di inserzioni.

Se nelle prime ore un annuncio ottiene risultati migliori, Facebook bilancia gran parte del budget per mostrare quell’annuncio.

I risultati, quindi, non sono reali, poiché maggiore è il budget, maggiori sono i risultati, non migliori.

  • Varia un singolo elemento

Proprio la base del test A/B è la variazione di un singolo parametro. Se vuoi testare diversi elementi puoi farlo, ma uno per uno.

È inutile se modifichi la segmentazione e l’immagine dell’annuncio, poiché non otterrai dati reali né sarai in grado di determinare cosa coniare i risultati ottenuti.

Esegui un test A/B. Con quello che ottieni i migliori risultati, ne crei uno nuovo variando un singolo parametro, in modo che otterrai una perfetta campagna di annunci Facebook.

Senza strategia non c’è conversione

Investire in annunci di Facebook senza una strategia ti porterà a perdere denaro e chiederti perché non acquistano il tuo prodotto o servizio.

Per fare ciò è necessario determinare tre aspetti:

È la base del tuo progetto e se non è pronto per la conversione, non ha un design adeguato e l’esperienza utente non è buona, quindi senza campagna Facebook otterrai risultati.

Le campagne funzioneranno sicuramente bene con metriche ottimali, il problema è cosa succede quando fanno clic sull’annuncio e vanno alla tua pagina web. Ti raccomando rivedi il tuo sito web e le pagine di destinazione prima di iniziare le campagne di annunci di Facebook.

  • Sapere con chi stai parlando

Questo punto è correlato a temperatura del tuo cliente ideale di cui abbiamo parlato nei punti precedenti e del livello di coscienza che hanno del tuo problema o soluzione. Devi identificare a che punto si trovano e se sono pronti per l’acquisto diretto, ad esempio perché hanno già acquistato altri tuoi prodotti e conoscono il loro problema oppure se è un pubblico che non ti conosce e non sa quale sia il problema o necessità del loro progetto.

  • Funnel di vendita e annunci Facebook

Si tratta di creare un sistema attraverso il quale accompagni il tuo futuro acquirente attraverso diverse fasi, utilizzando Facebook Ads come fonte di traffico e retargeting. A seconda di chi ci rivolgiamo, inizieranno nella parte superiore della canalizzazione o li introdurremo nella parte centrale. E per coloro che sono già acquirenti, vinceremo la loro fedeltà e aumenteremo il loro prezzo medio di acquisto con altri prodotti simili o complementari.

Come creare una campagna Facebook efficace da zero - imbuto annunci fb

Metriche: ossessione per il CPC

Quando realizziamo campagne su Facebook Ads e vogliamo sapere i risultati che stiamo ottenendo, l’unica metrica che osserviamo è il CPC, se è alto la campagna non funziona, se è basso allora sì.

Ma per quanto riguarda il resto delle metriche? Ovviamente Facebook offre più di 150 KPI e ovviamente non possiamo misurarli tutti. Infatti, a seconda dell’obiettivo, dobbiamo selezionare l’uno o l’altro.

Ma ci sono metriche che dovrebbero far parte dei nostri rapporti di Facebook:

  • Risultati: È il numero di volte in cui il nostro annuncio ha raggiunto un risultato, a seconda dell’obiettivo che abbiamo scelto e della sua configurazione.
  • costo per risultato: costo medio per ogni risultato ottenuto.
  • Scopo: Queste sono le persone che hanno visto i nostri annunci una volta.
  • Impressioni: numero di volte in cui il nostro annuncio è stato stampato e può includere più visualizzazioni del tuo annuncio da parte della stessa persona.
  • Clic sul collegamento univoci: il numero di persone uniche che hanno fatto clic sul collegamento.
  • Costo per clic sul link: costo medio per clic.
  • Visite uniche alla pagina di destinazione: Il numero di volte in cui una persona ha fatto clic su un annuncio e la pagina di destinazione è stata caricata per la visualizzazione.
  • Costo per visita alla pagina di destinazione: costo medio di ogni visita alla pagina di destinazione.
  • CTR unico a tutti: questa metrica significa Click through rate e ci dice quante persone che hanno visto il nostro annuncio hanno cliccato. Dovrebbe essere compreso tra il 2% e il 5% per considerare una buona performance dell’annuncio.
  • Costo totale: investimento pubblicitario della campagna.
  • Conversioni sul sito web: numero di conversioni che il pixel ha registrato a seguito dell’annuncio configurato.
  • mi piace: quanti like ha riportato la campagna alla mia fan page.
  • Livello di pertinenza: è compreso tra 1 e 10 e ci dice in che modo il pubblico di destinazione che abbiamo selezionato nel gruppo di inserzioni sta rispondendo al nostro annuncio. La cosa ottimale è che è dal sette in su, in caso contrario, dobbiamo rivedere la segmentazione.

Considerando queste metrichepossiamo determinare il rendimento dei nostri annunci, cosa dobbiamo migliorare e quando ridimensionarlo.

Quando so se il costo per lead o la visita alla pagina di destinazione è costoso? Questo dipende dall’obiettivo finale. Se vendi un prodotto o servizio da € 1.000 e il costo per lead è di € 5, rientra nei parametri. Ma se vendi un corso a 10€ e il costo per lead è di 3€, allora è alto.

Ricorda quando aumenti il ​​budget di farlo gradualmente, perché se lo raddoppi tutto in una volta, vedrai che i risultati non sono proporzionali a questo aumento di budget.

Ora ti mostro come scalare le campagne senza aumentare il budget.

Ridimensionare le tue campagne Facebook

Il controllo dell’andamento delle nostre campagne ci porta a rilevare quali funzionano al di sotto dei parametri e con costi elevati e quali mostrano un ROI positivo.

Il passaggio successivo consiste nel ridimensionare gli annunci. l’arrampicata consiste nell’aumentare gli investimenti pubblicitari al fine di ottenere maggiori profitti mantenendo stabili gli altri KPI.

Tradizionalmente, il modo per farlo è stato aumentando il budget dei gruppi di annunci con prestazioni migliori.

Quando trovi questi set che possono portarti più profitto con un’iniezione di denaro, non commettere l’errore di aumentare il tuo budget tutto in una volta raddoppiando l’importo giornaliero. Se lo fai, vedrai che i risultati non sono proporzionali all’aumento del budget.

Il modo in cui ti consiglio è di aumentare gradualmente 20% del budget e così facendo per diversi giorni fino a raggiungere l’investimento giornaliero desiderato.

Ma lascia che ti dica che abbiamo un altro modo di ridimensionare le nostre campagne che non significa aumentare il budget.

READ  Vantaggi dell'utilizzo dei chatbot nei social network

è circa gruppo di annunci duplicato in questione e mantieni nell’annuncio lo stesso numero ID rispetto all’iniziale. In questo modo manteniamo la prova sociale, le interazioni e i commenti che ha quell’annuncio aumentando il budget raddoppiandolo.

Come creare una campagna Facebook efficace da zero - Post di Facebook Ads

Questa pratica ti consentirà di ridimensionare rapidamente le campagne, mantenendo la prova sociale e aumentando il budget tanto quanto consideri.

Cosa preoccupa il mio cliente ideale?

Diventa anche Facebook Ads uno strumento di testo all’interno della stessa nicchia. È possibile che tu voglia scommettere su un nuovo servizio, prodotto o addirittura voler sviluppare una nuova strategia, ma non sai quale sia la preoccupazione più grande del tuo cliente ideale.

In questo senso, la piattaforma pubblicitaria Facebook gioca un ruolo fondamentale nell’effettuare test, e investire una piccola cifra per ottenere risultati.

Per questo, creare vari contenuti, sviluppando in ciascuno di essi gli argomenti che ritieni possano interessare i tuoi clienti. Pubblicali sulla tua pagina Facebook e crea una campagna per ciascuno dei contenuti, con lo stesso budget, obiettivo e segmentazione.

Dopo cinque giorni potrai verificare quale di queste campagne ha ottenuto i risultati migliori e quindi conoscerai la vera preoccupazione del tuo cliente e come affrontare la tua nuova strategia o servizio, conoscendo così i punti deboli.

Spiare la concorrenza

Dall’ispirazione nasce la creatività. Sicuramente ti sei seduto davanti al computer per realizzare una campagna di ads su Facebook ma sei stato completamente bloccato quando hai dovuto scegliere il design e il copy.

Come abbiamo visto prima, il testo dell’annuncio deve essere adeguato al livello di consapevolezza del nostro cliente ideale.

Ma anche così, la tua mente potrebbe non istruire le tue dita a digitare le parole giuste.

Non preoccuparti, non sei l’unico, è successo anche a me. In effetti, dobbiamo sempre avere i nostri concorrenti sotto i riflettori per sapere quali strategie stanno portando avanti.

Tre strumenti essenziali

Ricerca annunci Turbo

Turbo Ad finder è un’estensione di Google Chrome. Una volta installato, trovandosi nel nostro feed di notizie, lo attiviamo e l’unica cosa che vedremo sarà la pubblicità, come per magia le pubblicazioni organiche scompaiono per far posto alla pubblicità.

Sensazionale vero?

Puoi abbuffarti di pubblicità, sapendo anche di essere il target di quel marchio. Se vuoi maggiori informazioni sul motivo per cui stai vedendo quell’annuncio, devi solo fornire il tre cerchi in alto a destra e ci dirà perché l’annuncio ci è stato mostrato.

Come creare una campagna Facebook efficace da zero - Facebook Ad 1

Pagina dei fan di Facebook

Questa opzione è abbastanza recente su Facebook. È il modo migliore per sapere quali annunci ha una fan page attualmente attiva. Un buon modo per spiare i concorrenti e trarre ispirazione dai grandi account.

Per accedere agli annunci non ci resta che andare sulla fan page che ci interessa. Nel menu a sinistra troveremo l’ultima opzione che è informazioni e Annunci.

Come creare una campagna Facebook efficace da zero - FB Ad 2

Selezioniamo il paese e come per magia avremo tutti gli annunci che quella fan page ha attivo. Occhio Non saremo in grado di vedere il numero di interazioni, commenti, né abbiamo l’opzione “perché lo vedo”.

Con questa opzione possiamo identificare a quale posizione corrisponde a ciascun annuncio:

Se sono i classici con testo e design, si tratta della posizione di Facebook. Se viene visualizzata l’immagine ritagliata e non c’è testo, è nelle storie di Instagram e se viene visualizzata l’immagine intera ma senza testo, l’annuncio è nel feed di Instagram.

Cosa ne pensi di questa opzione? Da quando Facebook l’ha eliminato, ci ha innamorati.

annunci espressi

La piattaforma Ads Expresso mette a nostra disposizione uno strumento per cercare annunci di tutti i settori.

Si chiama Esempi di annunci. Possiamo filtrare la nostra ricerca per inserzionista, fan page, URL, settori e attributi, tra gli altri. Attualmente ci sono un totale di 177.620 annunci disponibili da mostrarci su questa piattaforma.

L’unica cosa è che tutti gli esempi sono in inglese. Personalmente, con l’opzione che dobbiamo cercare all’interno della fan page stessa, penso che questa opzione sia attualmente la meno fruttuosa.

Saperne di più sugli annunci di Facebook

Probabilmente a questo punto sei diventato un esperto di Facebook Ads. Per questo motivo, voglio condividere con voi due consigli o suggerimenti che il 70% degli inserzionisti non conosce.

Il primo ha a che fare con le campagne di Facebook Ads che realizziamo.

Non ti è capitato di vedere un clic di campagna super cool e di voler tornare su di esso diversi giorni dopo ma non trovarlo?

Ed è che su Facebook ci offre l’opzione per visualizzare qualsiasi campagna che abbiamo visto su Facebook e cliccato su di essa, anche se è disattivata.

Come creare una campagna Facebook efficace da zero - FB Ad 3

Effettuando il login e digitando l’URL www.facebook.com/ads/activity accederai a tutte le campagne su cui hai cliccato, indipendentemente dal tempo o se è disattivata. Sono ancora visibili a te. Non è fantastico?

E prima di finire, lascia che ti chieda:

Da quale dispositivo viene effettuata la maggior parte degli acquisti? E la piattaforma?

Facebook Ads ci dà la possibilità di fare una ripartizione delle campagne in modo da poter vedere queste informazioni.

È essenziale adattare la nostra strategia alla piattaforma, alla posizione e al dispositivo che registra il maggior numero di conversioni.

Essendo nel gestore annunci, facciamo clic su ripartizione, per consegna e selezionando queste colonne, possiamo accedere a queste informazioni.

Sarai sorpreso di scoprire come la stragrande maggioranza delle vendite viene effettuata tramite dispositivi mobili e quindi la necessità di avere un sito web responsive.

Come creare una campagna Facebook efficace da zero - FB Ad 4

CONCLUSIONE

Come hai visto, realizzare una campagna di Facebook Ads non è complicato, ma il raggiungimento dei risultati attesi parte dal conoscere tutte le chiavi che ti ho svelato in questo articolo e stilare la strategia adeguata.

Quando inizi a investire e a realizzare campagne, troverai il tuo annuncio perfetto. Ma il mio consiglio è di non aver paura di sperimentare, provare e testare. Sapere cosa non funziona per te ti darà le linee guida per creare il tuo metodo nelle inserzioni di Facebook che genera vendite con il pilota automatico.

Hai bisogno di approfondire questo argomento? Con questo webinar, scopri le chiavi per ottimizzare con successo il tuo campagne con annunci Facebookcome ridimensionare le tue campagne senza modificare il budget.

Lo sapevi che i community manager e i professionisti sono oggi uno dei profili professionali più ricercati? Non esitare, allenarsi in questa specialitàe trova il lavoro che stai cercando!

Torna su