I migliori strumenti SEO on-page per WordPress

Non è una novità confermare che WordPress è il CMS (Content Management System) o il gestore di contenuti più utilizzato oggi. Considerando i contributi nell’ottimizzazione dei siti web a fronte di fattori SEO di motori di ricerca come Google, qui elencherò i migliori strumenti SEO on-page per WordPress che sono fondamentali per ottimizzare il tuo sito migliorandone così il posizionamento SEO.

Potrebbe interessarti anche: Master in SEO e Posizionamento Web nei motori di ricerca

Cos’è la SEO e come funziona?

Tuttavia cos’è la SEO (Search Engine Optimization) o il posizionamento sul web, questo termine è correlato a tutte le ottimizzazioni che apportiamo al nostro sito Web in modo da apparire nei primi posti nei risultati di ricerca. Questa ottimizzazione deve essere correlata al motore di ricerca utilizzato dai nostri potenziali clienti.

Mentre Google aggiorna il suo dagli algoritmi nascono nuovi strumenti e plugin per migliorare il posizionamento sul Web per WordPress, altri rimangono senza effetto e un gruppo selezionato viene aggiornato nel tempo, questi strumenti SEO aggiungono valore alla strategia di posizionamento organico del nostro sito WordPress.

A maggio 2018, quasi il 90% delle ricerche nel mondo veniva eseguito utilizzando Google, rispetto al 2% da Yahoo e meno del 3% dal motore di ricerca Bing di Microsoft. Questo presenta un fatto interessante poiché abbiamo già stabilito che tutti i nostri sforzi dovrebbero essere diretti in questo caso alla gigantesca società madre controllata dalla multinazionale americana Alphabet Inc.

Tutti noi vogliamo incontrarci Su cosa si basa l’algoritmo di Google?, ma questo è un bel mistero. Per conoscere e determinare quali sono i fattori che compongono l’algoritmo abbiamo due percorsi, la lettura e la ricerca. D’ora in poi indico che ci sono più di 200 fattori che determinano che un sito web appare nei primi risultati di Google.

READ  Google consente descrizioni più lunghe nelle SERP ma non tutte

Fattori di posizionamento sulla pagina di Google

Più di 200 fattori SEO determinano che un sito Web sale in cima ai risultati di ricerca, questi fattori non solo determinano il posto nei risultati di ricerca, ma indicano anche se un sito Web deve essere indicizzato o meno.

In questo post mi occuperò strumenti per WordPress dei seguenti 5 fattori SEO a pagina che sono rilevanti

5 fattori SEO e strumenti sulla pagina per ottimizzare WordPress

Il gruppo di Fattori SEO alla pagina sono legati ad elementi che possiamo gestire come: se la parola chiave si trova nel titolo e nella descrizione, i link interni ed esterni, la lunghezza del contenuto è rilevante così come la densità della parola chiave, per questo dobbiamo utilizzare Yoast SEO: il plugin SEO n. 1 per WordPress.

Altri fattori SEO On Page sono legati al Velocità di caricamento delle tue pagine WordPressper questo puoi eseguire un test di velocità di caricamento sul tuo sito web con PageSpeed ​​​​Insights, uno strumento gratuito di Google per analizzare e valutare la velocità di caricamento di una pagina web.

Il contenuto duplicato è un elemento rilevante per gli specialisti SEO, il mio strumento preferito per determinare i contenuti duplicati sul mio sito Web ed evitare sanzioni è Siteliner, questo strumento SEO ti consente di determinare collegamenti interrotti e contenuti duplicati.

Per ottimizza le tue immagini comprimendole senza perdere qualità Suggerisco Tinypng, questo elemento è un fattore SEO importante, poiché il peso influisce sul tempo di caricamento del nostro progetto Web WordPress, ricorda che la semantica nelle immagini si ottiene incorporando le parole chiave nel tag alt o nel testo alternativo.

READ  Workshop, networking, tapas e molto altro al Web Congress 2018

Riguardo a tag follow e nofollow Molto è stato scritto, l’importante è spiegare che la sua storia risale al 2005 quando il suo scopo era associato all’eliminazione dei link di spam. Insomma, allo stato attuale è legato a diversi elementi, il primo al trasferimento o meno dell’autorità di dominio (indicatore DA MOZ), un altro fattore legato a questa etichetta è l’allocazione del budget di tracciamento di Google.

Due domande fondamentali, la prima, come inserire un attributo “nofollow” in WordPress? e il secondo, quale strumento posso usare per vedere facilmente i link follow e nofollow su qualsiasi sito web?

Ultimate Nofollow è il plug-in Wordress che ti consente di aggiungere il tag rel=”nofollow” ai link sul tuo sito Web WordPress, inoltre puoi aggiungere o rimuovere il tag nofollow ai link nei commenti sul tuo blog. Per rilevare il meta tag nofollow e noindex nelle pagine web, utilizzo un’estensione Nofollow di Google Chrome.

Decidere quali link hanno il meta tag nofollow su un sito è molto utile, considerando che è il punto di partenza di una strategia di Link Building o SEO link building. Determina invece il meta tag nofollow e i livelli di autorità della pagina (PA) e del dominio (DA) utilizzando l’estensione per Google Chrome MOZBar, che ti supporterà in entrambi i casi.

Il I collegamenti interrotti sono una calamità nella tua strategia SEO sulla paginaper determinare ci sono diversi strumenti per WordPress, nella stessa linea di utilizzo delle estensioni di Chrome suggerisco CheckMyLinks, non è l’ideale per saturare il tuo sito installando Plugin, allo stesso modo lo strumento SEO Spider Screaming Frog, ti dà i link interrotti del tuo sito web realizzato con WordPress.

READ  Introduzione alle parole chiave nel posizionamento web

Per concludere, ci sono più di 200 fattori che Google utilizza per determinare le sue SERP o la pagina dei risultati, questi fattori SEO possono essere determinati solo con molte ricerche. Fate sito web con wordpress ti darà un vantaggio in quanto si adatta al modifiche dell’algoritmo, così come i plugin e gli strumenti che funzionano di pari passo con questo cm.

I fattori onpage non sono i più rilevanti, ma abbiamo il controllo su di essi e quindi possiamo apportare modifiche al fine di ottenere risultati nel nostro progetto SEO. Ti invito a ottimizzare questi 5 fattori SEO on-page: semantica, velocità, duplicazione dei contenuti e meta tag follow e nofollow, nonché link interrotti.

Se la tua passione è la SEO e vuoi ottimizzare il posizionamento SEO impara come ottimizzare il tuo sito web in modo professionale chiedere informazioni in merito nostro Master in SEO e posizionamento web nei motori di ricerca.

Torna su