Cosa sono i rapporti di lavoro?  Le chiavi della nuova gestione dei talenti

Cosa sono i rapporti di lavoro? Le chiavi della nuova gestione dei talenti

La responsabilità sociale d’impresa, la gestione del capitale umano attraverso gli innumerevoli strumenti offerti dalle nuove tecnologie ei modelli di comunicazione d’impresa emersi negli ultimi tempi sono diventati leve di cambiamento da integrare nel settore delle relazioni di lavoro. se vuoi capire cosa sono i rapporti di lavoro e come la tecnologia sta influenzando la loro evoluzionequesto è il tuo post

Cosa sono i rapporti di lavoro?

I rapporti di lavoro sono quelli stabiliti tra tre elementi essenziali: da un lato, il lavoro; dall’altro, il stipendio, stipendio o capitale e, infine, il processo produttivo. In questo caso, i rapporti di lavoro sono tra due persone. Da una parte il lavoratore, che è colui che fornisce il lavoro. Dall’altro, il datore di lavoro, l’imprenditore, l’impresa, la persona fisica o giuridica, che è colui che fornisce il capitale e il processo produttivo.

Attualmente, tutti rapporto di lavoro è regolato da un contratto di lavoro che unisce le due figure. Ciò serve a regolare le condizioni di lavoro, sempre in base al fatto che le clausole del contratto sono conformi alla normativa vigente.

Oggi i rapporti di lavoro sono cambiati, non solo a causa del input tecnologico nelle aziende, ma perché il mondo va avanti. Nuove scoperte, carriere e lavori hanno trasformato quella che una volta era conosciuta come la relazione tra un lavoratore e un datore di lavoro in un’altra direzione. Non solo dal lavoratore, ma anche dal datore di lavoro.

Tipi di rapporti di lavoro

Possiamo distinguere diversi tipi di rapporti di lavoro in base a diversi aspetti, tra cui:

  • Il contratto di lavoro: a seconda della forma contrattuale, capiremo che i rapporti di lavoro funzionano per contratto e altri dagli appuntamenti.
  • Il tipo di datore di lavoro: A seconda delle dimensioni delle aziende, il lavoratore si relaziona direttamente con il tuo capo o volontà con un responsabile assegnatocome nel caso delle grandi multinazionali.
  • Il tipo di relazione: quanto espressamente definito nel contratto di lavoro, dove si stabilisce se si tratta di un rapporto a tempo determinato, come avviene in un contratto a tempo determinatoo se lo facciamo da un rapporto a tempo indeterminato, come al momento della firma un contratto a tempo indeterminato.
  • A seconda di dove viene svolto il lavoro: a seconda dello spazio fisico in cui si svolge la sua attività, si può parlare di a rapporto faccia a faccia o di a a distanzaquando si lavora da casa tramite il telelavoro, pratica che si è moltiplicata negli ultimi tempi a causa della crisi sanitaria globale.
  • A seconda della lunghezza della giornata: qualcosa che deve essere chiaro fin dall’inizio definendo una pianificazione, con opzioni comuni come il part time onda tempo pieno.
READ  Nuovi spazi di lavoro per motivare i tuoi dipendenti

rapporti di lavoro speciali

Lo Statuto dei Lavoratori comprende, oltre ai normali rapporti di lavoro, anche l’art rapporti di lavoro speciali, che sono definiti come quelli che sono regolati da leggi speciali e che hanno una propria singolarità. Si tratta, quindi, di situazioni che non dovrebbero essere incluse nei contratti generali, ma piuttosto speciali.

La caratteristica principale di queste relazioni è la loro flessibilità, poiché spesso devono accantonare l’istituzione di un lavoro a tempo parziale oa tempo pieno che di solito viene concordato in un contratto. Come potremmo misurarlo nel caso di un atleta, uno scaricatore di porto o un artista?

Cosa sono i rapporti di lavoro?  Le chiavi della nuova gestione dei talenti - Relazioni sindacali speciali 1024x683

I rapporti di lavoro speciali sono regolati nel articolo 2.1 dello Statuto dei Lavoratori. Tra questi, è possibile differenziare i seguenti tipi:

  • Lavoratori domestici: prestato dal servizio domestico presso il domicilio del datore di lavoro.
  • Personale direttivo: lavoratori con autonomia e piena responsabilità all’interno dell’azienda.
  • Sportivi professionisti: Il regio decreto 1006/1985 del 26 giugno ne disciplina l’attività professionale, richiedendone la retribuzione sulla base di un contratto collettivo o individuale.
  • Artisti: che accoglie chi svolge un’attività artistica, sia in diretta che per essere trasmessa da un media. Inoltre, sono disciplinati da uno specifico regime di previdenza sociale.
  • Lavoratori portuali: gli scaricatori devono iscriversi all’albo speciale dei lavoratori portuali per essere assunti e i loro contratti sono a tempo indeterminato.
  • Condannati negli istituti penitenziari: possono svolgere un’attività lavorativa, che sarà produttiva e remunerata.
  • Lavoratori con disabilità: coloro che prestano servizi nei centri speciali per l’impiego, dove almeno il 70% della forza lavoro ha un’invalidità non inferiore al 33%.

Come si sono evoluti i rapporti di lavoro?

Nuovi lavori e rapporti di lavoro

Vent’anni fa, professioni come il community manager o l’analista di dati esistevano a malapena. Nessuno scommette su di loro. Ora, tuttavia, sono uno dei più richiesti e chiedono di riciclare le nostre conoscenze col passare del tempo.

Ma non sono gli unici esempi. Chi è più artigianale ha ceduto il passo alle lavorazioni meccaniche per iniziare a lavorare per grandi superfici, riuscendo a sostituire i propri strumenti più semplici con grandi tecnologie che hanno generato progressi a tutti i livelli.

Tutto questo ha cambiato i rapporti di lavoro in termini di processo produttivopoiché la tecnologia è entrata nel posto di lavoro con una vendetta, a volte spazzando via il lavoro e altre volte migliorando i risultati dei lavoratori.

Il telelavoro come nuovo rapporto di lavoro

Il telelavoro Sta diventando un rapporto di lavoro sempre più diffuso tra aziende e lavoratori, con grandi vantaggi per entrambi. Attualmente, ci sono molti modi per svolgere il telelavoro. Per esempio:

  • Vai al lavoro qualche giorno alla settimana, mentre il resto lo fai a casa.
  • Avere il lavoro in azienda ma eseguirlo a casa.
READ  Come gestire i team virtuali

Ciò consente al conciliare lavoro e vita familiare è molto più flessibile, poiché il lavoro a distanza può essere svolto negli orari a noi più congeniali senza dover dipendere, in molti casi, da un orario fisso d’ufficio. Inoltre, consentendo al lavoro di adattarsi alla persona e non viceversa, si ottiene una maggiore produttività e il lavoratore si sente più motivato nella sua posizione.

Cosa sono i rapporti di lavoro?  Le chiavi della nuova gestione dei talenti - Telelavoro 1024x680

Se ci basiamo sui dati, secondo Eurostat il telelavoro non è così consolidato in Italia come in altri paesi. In caso di Svezia, ad esempio, la percentuale di telelavoro si attesta a 28%. La Italia è molto al di sotto, attestandosi al 3%. Nonostante sia noto che si tratta di una modalità che offre molti vantaggi e che permette al lavoratore di organizzarsi in base al proprio tempo, equilibrando vita personale e lavorativa, il la mentalità tradizionale è ancora impegnata nei rapporti di lavoro consolidatiche implicano recarsi in un centro di lavoro per eseguire il lavoro.

L’uso della tecnologia in azienda

Insieme al telelavoro, un altro dei cambiamenti che la tecnologia ha portato nei rapporti di lavoro ha a che fare con il tuo modo di lavorare.

Mentre anni fa dovevi portare il conti aziendali attraverso libri e documenti fisici in cui sono state registrate le spese e le entrate che hanno interessato l’azienda, oggi tutto questo lavoro è svolto da un computer, dove sono archiviati tutti i dati relativi alla gestione dell’azienda.

Nei rapporti di lavoro, le nuove tecnologie hanno offerto ai lavoratori maggiori possibilità di svolgere un lavoro in modo più efficiente e rapidoma anche con maggiore sicurezza e precisione.

infografica

Come fare un colloquio online

Scaricamento

Forme di controllo del lavoro

Oltre a migliorare il lavoro dei dipendenti, il la tecnologia ha influenzato anche il rapporto che abbiamo oggi con gli imprenditori.

La tecnologia ha consentito alle aziende di essere più grandi, oltre a consentire loro di diversificare e stabilirsi in città diverse mantenendo un centro di coordinamento. In questo centro, coloro che utilizzano computer, Internet e altre apparecchiature possono controllare il buon lavoro della propria azienda, anche quando non sono fisicamente presenti.

L’utilizzo di macchine che controllano l’assenteismo lavorativo, oltre al ritardo dei lavoratori, ha consentito all’azienda di evitare perdite e, soprattutto, di rendere i lavoratori più arrendevoli ed evitare manodopera non idonea al lavoro. Ciò promuove il talento e altre abilità, non solo la formazione e l’esperienza.

Differenze tra rapporti di lavoro e risorse umane

Avere una forza lavoro ottimale è la chiave per il corretto funzionamento di un’azienda. Di solito è gestito dall’ufficio Risorse umane, le cui funzioni sono generalmente chiare. Ciò che spesso non sembra così ovvio è quali siano le differenze tra risorse umane e rapporti di lavoro. Prendi nota:

obiettivi

Il compito principale del dipartimento Risorse umane è quello di raccogliere il massimo valore umano possibilecontribuendo alla selezione e alla formazione di nuovi dipendenti con l’obiettivo di integrarli bene nel team e consentire loro di crescere in azienda, con empatia, capacità di ascolto e apprendimento continuo nel proprio settore come requisiti abituali.

READ  Cosa sono i rapporti di lavoro? Le chiavi della nuova gestione dei talenti

Da parte loro, sono spesso responsabili degli esperti di relazioni sindacali dei contratti, la proposta dei salari, il benessere dei lavoratori e la risoluzione di eventuali conflittilavorando anche per evitarli.

Cosa sono i rapporti di lavoro?  Le chiavi del nuovo talent management - Risorse umane e rapporti di lavoro 1024x684

Responsabilità

Mentre il dipartimento delle Risorse umane è responsabile giorno per giorno di analizzare il lavoro di ogni professionista in azienda, selezionare, formare e avviare iniziative che migliorino l’ambiente di lavoro, il rapporto di lavoro si occupa di tutto ciò che ha a che fare con l’ambito del diritto per garantire l’applicazione in azienda della norma relativa al lavoro, sia nel caso dei lavoratori che in quello degli stessi datori di lavoro. Si concentrano, quindi, sul diritto del lavoro e garantiscono i diritti e gli obblighi di tutti gli attori.

Faretti d’azione

Il focus delle risorse umane ha a che fare con il analisi e gestione delle apparecchiaturementre i professionisti delle relazioni di lavoro cercano di migliorare la comprensione tra lavoratori e datori di lavoro.

Cosa studiare per lavorare nei rapporti di lavoro

Se stai pensando alla formazione nelle relazioni di lavoro e ti chiedi cosa puoi studiare, è tempo che ti parliamo i due programmi che abbiamo preparato in Tektankper i professionisti che, come te, vogliono dedicarsi a un campo sempre più importante per le aziende.

Master in gestione delle risorse umane 4.0

Questo programma è stato creato con l’obiettivo di prepararti a gestire l’asset più importante di qualsiasi azienda: il suo capitale umano. I modelli operativi e le strategie più innovativi per progettare e gestire ogni aspetto della gestione di un dipartimento delle Risorse Umane ti aspettano in un master di 750 ore in 10 mesi in cui diventerai un maestro dei cambiamenti comportamentali e organizzativi dalla mano di esperti attivi che da anni si dedicano al settore della selezione, motivazione, formazione e talent management nelle grandi aziende.

Laurea Magistrale in Innovazione delle Risorse Umane e delle Relazioni Sindacali

La fusione delle più recenti tecniche di gestione dei talenti e l’integrazione di nuove tecnologie ti aspettano in un programma di 375 ore in cui Imparerai ad applicare i nuovi modelli di comunicazione d’impresa e a gestire i conflitti che insorgono in tutti i tipi di aziende. Vedrai dall’integrazione degli strumenti online applicabili alla gestione delle risorse umane ai valori etici e alla responsabilità sociale d’impresa che sono così importanti nelle aziende di oggi.

Cosa ne pensi del post? Abbiamo cambiato la tua visione dei rapporti di lavoro? Se è stato così, Lasciaci il tuo commento e condividilo sui tuoi profili di social network.

Torna su