Cos'è il copywriting e come può aiutarti a moltiplicare le tue vendite

Cos’è il copywriting e come può aiutarti a moltiplicare le tue vendite

Ti sei mai seduto a scrivere la pagina di vendita di uno dei tuoi prodotti o servizi e, all’improvviso, ti sei svuotato? Sicuramente sì. In effetti, questa situazione è la più comune al mondo. Ebbene, è qui che entra in gioco la figura del copywriter professionista, che viene ad aiutarci a scrivere testi persuasivi che ci aiutino a vendere online.

Ma allora, cos’è esattamente il copywriting? Cos’è che ti rende così speciale? Come posso imparare a diventare un copywriter? Questo è esattamente ciò che vi diremo qui oggi. E se rimani fino alla fine del post, ti daremo qualche trucchetto per migliorare i tuoi discorsi e testi di vendita d’ora in poi, pronto? Eccoci qui!

Master in marketing digitale

Cos’è il copywriting?

Il copywriting ha dozzine di definizioni, ma cercheremo di dirti una definizione che tu possa capire e che sia semplice per tutti: “Il copywriting è la capacità di scrivere testi persuasivi (su Internet o su altri media) che incoraggiano il lettore a compiere un’azione specifica”.

Semplice, vero? Il copywriting non è altro che comprensione CHE COSA ha bisogno del cliente target a cui ti rivolgi e traduci le caratteristiche e le funzionalità del tuo prodotto o servizio BENEFICI del tuo cliente. Questa è la vera sfida e ciò che differenzia un buon copywriter da uno eccellente.

Lo vedremo più avanti in tutto questo post, ma il punto precedente è l’asse su cui si baserà tutta la tua attività di copywriter. Ricordare, nessuno ti compra un prodotto, loro comprano soluzioni ai problemi. Lo vedremo più avanti in questa guida.

Perché il copywriting è vitale per il tuo progetto

Il bello del copywriting è che aumenterà il numero di clienti che bussano alla tua porta… e con le risorse che già possiedi! Ed è che il miglior vantaggio che possiamo portare a un business digitale sono i miglioramenti nel tasso di conversione. Ti faccio un esempio con i dati:

Se hai 10.000 visite al mese, con un tasso di conversione del 2%, significa che genererai 200 clienti al mese (0,02*10.000=200). Per ottenere più clienti hai due opzioni:

  1. Aumenta il numero di visite mantenendo il tasso di conversione.
  2. Aumenta il tasso di conversione mantenendo lo stesso numero di visite.

Se vuoi scegliere il opzione 1 Puoi dedicarti a fare SEO, pubblicità sui social network, SEM e ogni tipo di strategia. Immaginiamo che tu lo faccia e riesca a passare da 10.000 a 15.000 visite. In tal caso (se è stato mantenuto il tasso di conversione del 2%) genereresti 300 clienti al mese. Tuttavia, maggiore è il numero di visite, la conversione tende a diminuire leggermente.

Vediamo cosa accadrebbe se avessimo optato per il opzione 2; ad esempio, migliorando il testo del tuo sito web o una pagina di destinazione specifica. Immaginiamo che, grazie a quel miglioramento, si passi da un tasso di conversione del 2% a un 4%. Se hai le stesse visite (10.000), significa che sei passato dalla generazione 200 clienti per generarne 400.

READ  Transmedia Narrativa e Storytelling: l'arte di raccontare

E ora vi pongo la seguente domanda: cosa c’è di più difficile? Generare il 50% di visite in più o provare a far acquistare di più quelle attuali? La risposta è quasi scontata.

Oltre a questo, il copywriting ha un altro vantaggio immateriale che spesso ne deriva: un miglioramento del branding o del posizionamento dell’azienda. Avrai il tuo tono e questo ti differenzia dal resto dei concorrenti.

L’importanza del cliente nel copywriting

Come accennato all’inizio di questa guida, il cliente è tutto nel copywriting. E perché? La risposta è semplice. Quando eseguiamo il copywriting non cerchiamo di creare un testo molto bello o pieno di tecnicismi, ma piuttosto di suscitare un’emozione nel lettore per realizzare un’azione specifica. Il modo migliore (se non l’unico) per raggiungere questo obiettivo è conoscere perfettamente il nostro cliente.

Prodotti e servizi diversi avranno un pubblico di destinazione diverso e questo pubblico avrà motivazioni molto diverse per acquistare un prodotto.

Quello che devi sapere sul tuo cliente è (almeno):

  • Chi è (o sono) il tuo personaggio acquirente
  • Quali motivazioni ha il tuo cliente (per questo ti consigliamo di utilizzare la mappa dell’empatia)
  • Che problemi hai e stai cercando di risolvere? Se devi attenerti a un punto che è questo, lo sviluppiamo di seguito

Come abbiamo detto, i clienti non acquistano prodotti da te, acquistano soluzioni ai problemi da te. Lascia che ti metta una foto della pagina dell’Apple Store.

E ora uno simile dallo stesso negozio Samsung:

Cos'è il copywriting e come può aiutarti a moltiplicare le tue vendite - immagine 9 1024x678

Sicuramente avrai notato un dettaglio. Il tipo di testo scritto in queste pagine è rivolto stimolare le nostre emozioni e non la nostra parte razionale. Non ci vendono lo schermo dei nostri cellulari a causa della densità dei loro materiali o le fotocamere a causa dei MegaPixel.

Ce lo vendono perché è più resistente del precedente cellulare che si è rotto (Un duro colpo per il vetro) o per scattare foto migliori della fotocamera del nostro attuale smartphone che ci aiuta a mantenere i ricordi dei nostri cari in una definizione più alta ( Scatta foto meravigliose.)

Come posso migliorare i testi del mio sito web per aumentare il tasso di conversione?

Ci sono alcune linee guida di scrittura di base che seguono quasi tutti i copywriter. Queste non sono necessariamente regole rigide e veloci, ma sono un buon consiglio per chiunque cerchi di interagire con i clienti:

1# Crea un titolo attraente

Uno dei principi più importanti e difficili della scrittura è creare titoli accattivanti e persuasivi. Questi incoraggiano e spingono gli utenti a fare clic su di essi riassumendo una pagina in poche parole concise e potenti.

Questa scienza della creazione di titoli è stata utilizzata dai copywriter per anni. Di conseguenza, ci sono diversi aspetti che tendono ad attirare più lettori di altri. Questi titolari sono divisi in sette gruppi:

  • Urgenza: I titoli di urgenza evidenziano il tempo come fattore e sottolineano l’importanza di un elemento. Un esempio potrebbe essere “6 consigli che devi sapere per mantenere viva la tua attività quest’anno”.
  • Curiosità: I titoli di curiosità fanno sentire qualcuno come se si stessero perdendo. Un esempio potrebbe essere “sai come far crescere il tuo business online?”.
  • Autoaiuto: I titoli di auto-aiuto fanno appello al bisogno di conforto emotivo o calma personale di qualcuno. Un esempio potrebbe essere “8 modi per ridurre lo stress mentre fai crescere la tua attività”.
  • Elenchi: Gli elenchi sono titoli comuni che dicono alle persone esattamente cosa aspettarsi da un articolo in termini di lunghezza e struttura. Un esempio potrebbe essere “100 fantastici strumenti per far crescere la tua attività”.
  • Come fare: I titoli delle istruzioni iniziano con le parole “Come fare per” e promettono soluzioni a problemi complessi. Un esempio potrebbe essere “come far crescere la tua attività quest’anno”.
  • Newsjacking: Il newsjacking è una nuova forma di creazione di titoli che sfrutta le notizie attuali per attirare i lettori. Un esempio potrebbe essere “come la nuova riforma del lavoro può influire su di te”.
  • Contrario: I titoli contrari presentano un’idea che la maggior parte delle persone già accetta, e poi capovolgono l’idea. Un esempio potrebbe essere “10 modi per rimettersi in forma senza farti male”.
READ  Cos'è la narrazione visiva

2 # Pensa ai tuoi lettori

Il secondo consiglio è pensa ai tuoi lettori prima di iniziare a scrivere. Devi entrare nella mentalità di qualcuno che ti sta leggendo ed entrare in empatia con la sua posizione. Comprendi anche quello che già sai, quello che vuoi sapere e come la tua attività può aiutarti. Allo stesso tempo, devi ricordare che non scriverai sempre lo stesso materiale per lo stesso pubblico.

Cosa deve sapere qualcuno che ha appena appreso della nostra attività? E chi ha bisogno di sapere se è pronto per diventare un cliente? Prenditi del tempo per considerare questi aspetti per ogni sito web per cui scrivi e modificare le informazioni che fornisci.

3# Scrivi come se stavi parlando con un amico

Su Internet non puoi mai essere sicuro di chi sta leggendo il tuo sito web. Ma sappiamo una cosa: ai lettori piace sentirsi come se stessero parlando con qualcuno che conoscono. Ciò significa scrivere in modo informale e magari anche usando lo slang (se è appropriato per il nostro pubblico). Questo tipo di approccio amichevole e colloquiale rende le pagine più calde.

La sensazione di un ambiente informale e colloquiale attraverso il copywriting aiuterà il tuo marchio. Invece di sembrare un venditore che ha provato il suo tono più e più volte, ti sentirai come un amico che offre informazioni utili. Potrebbe non sembrare un’enorme differenza, ma conta davvero quando stai cercando di raggiungere nuovi clienti. Si sentono come se stessero parlando con una persona reale e identificabile piuttosto che leggere un cartellone pubblicitario.

La sensazione che crei quando scrivi si chiama tono ed è una parte sottile e importante di un sito Web e del marchio in generale. Il tono deve essere in linea con l’atteggiamento. Ciò significa che se stai scrivendo a manager aziendali di mezza età, probabilmente dovrai applicare un tono più appropriato e professionale.

4 # Scrivi per i lettori che non leggono, che scansionano

Contrariamente a quanto credono molti copywriter principianti, la maggior parte delle persone in realtà non legge ciò che scrivi, lo scansiona. Ecco perché gli elenchi e altri semplici formati di contenuto funzionano bene quando si tratta di mantenere le persone su una pagina: i lettori sanno esattamente cosa cercare quando aprono l’articolo.

READ  Cos'è il video marketing e come aumentare le vendite in streaming

Per aiutarti a coprire questo aspetto, ti consigliamo di utilizzare alcuni elementi nella tua scrittura:

  • Liste numerate: Gli elenchi numerati sono una buona opzione perché mantengono le cose organizzate. Non importa se li usi per l’intero articolo o solo per una piccola sezione.
  • Liste con punti: Fanno la stessa cosa, ma non sono ordinati. Invece, forniscono brevi frammenti di informazioni uno dopo l’altro in modo che i lettori possano facilmente assimilare le informazioni.
  • Parole in grassetto o corsivo: Aiutano alcune parole e frasi a distinguersi dal resto del contenuto. Questo è utile per indirizzare l’attenzione del lettore su alcune parti della pagina.
  • Intestazioni di sezione: È essenziale utilizzare i titoli delle sezioni per dividere il testo in parti gestibili che consentano ai lettori di scansionare facilmente l’articolo. Queste intestazioni possono essere numerate, ma lo scopo principale è aggiungere testo e spazi bianchi extra per facilitarne la lettura.
  • Multimedia: Inserisci contenuti multimediali negli articoli, inclusi immagini, video, contenuti interattivi e altro ancora. Questi aiutano anche a spezzare il testo e presentare le informazioni visivamente piuttosto che testualmente. Ciò rende più facile per i lettori consumare e divertirsi.

Aggiungi un buon invito all’azione

Il call to action o call to action sono la parte del testo che dice ai lettori cosa fare dopo. Dovrebbero essere concisi, descrittivi e informativi. Idealmente, dovrebbero essere composti da poche parole e concentrarsi su un verbo forte.

Possiamo anche includere un link nell’invito all’azione per assicurarci che gli utenti possano farlo rapidamente. Alcuni degli inviti all’azione più comuni sono:

  • Per saperne di più
  • Contattaci
  • Acquista ora
  • Parla adesso
  • Clicca qui
  • Parti ora

Cos'è il copywriting e come può aiutarti a moltiplicare le tue vendite - Wall post amico 1024x1024

Cosa serve per essere un copywriter?

Come abbiamo commentato, un copywriter scrive con l’intenzione di persuadere e influenzare il pubblico, il lettore, ad acquistare un prodotto. Pertanto, questi professionisti hanno una comprensione innata dell’impulso umano e sanno come influenzare il processo decisionale con parole e suggerimenti.

In breve, un copywriter è una persona che scrive contenuti persuasivi per scopi legati alla pubblicità o al marketing online o offline. Forniscono informazioni ai consumatori su un particolare prodotto o servizio. I tre tipi principali di copywriter sono: copywriter di agenzie, copywriter aziendali o copywriter freelance.

Un copywriter prenderà il briefing o il piano pubblicitario di un cliente e genererà idee per catturare l’attenzione del pubblico di destinazione. Come scrittore, devi prestare molta attenzione ai dettagli e alla scelta delle parole o della dizione. Quando si scrive una copia, ogni pezzo ha uno scopo e ogni parola ha una funzione. Tra le abilità che usano di più ci sono:

  • Abilità di scrittura
  • natura curiosa
  • orientato ai dettagli
  • Abilità comunicative
  • Creatività

Cosa ne pensi di questo articolo cos’è il copywriting? Lascia i tuoi commenti e condividi!

Infine, vuoi imparare come applicarlo nella tua strategia? Con il Master in marketing digitale da Tektanksarai in grado di applicare metodi per catturare l’attenzione e la conversione attraverso tecniche qualificate di Branded Content. Non perderlo!

Torna su