Rivedi i tuoi vecchi post sul blog: perché e come farlo

Rivedi i tuoi vecchi post sul blog: perché e come farlo

Quando pensiamo a un blog, probabilmente ci viene in mente l’idea. creazione di nuovi articoli, generare costantemente nuovi contenuti. Partiamo dal presupposto che i visitatori ci seguono da sempre e saranno interessati solo ai nostri post più recenti. Ma non si tratta solo di questo. Se hai un blog, è anche importante che, di tanto in tanto, dai un’occhiata al tuo blog e ti dedichi a controlla i vecchi post. Come mai?

Indice dei contenuti

fermati a pensare Un blog è un archivio di decine di post. In genere, più è vecchio, più elementi conterrà; e tutti sono disponibili per i visitatori attraverso i motori di ricerca. così quelli le voci più vecchie devono essere aggiornate quanto quelle più recentiperché un utente può consultarli in qualsiasi momento.

E cosa pensi che accadrà se un visitatore si imbatte in un articolo con errori o non aggiornato? Lasceranno il tuo blog in un batter d’occhio alla ricerca di contenuti aggiornati o di qualità superiore.

Potrebbe non sembrare un compito molto attraente per te. Dovendo ripassare vecchi post quando potresti sviluppare nuove idee? Ti capiamo, è sempre più eccitante fare cose nuove che preoccuparsi di ciò che abbiamo scritto tanto tempo fa. Ma fidati di noi, ne vale la pena, perché ti porterà molti vantaggi.

In questo articolo parleremo del motivi principali per rivedere i tuoi vecchi post e come farlo. Non sai da dove cominciare? Continua a leggere e chiariremo tutti i tuoi dubbi.

Quali sono i vantaggi di rivedere i vecchi post?

  • migliorerai tu posizionamento SEO.
  • I crawler dei motori di ricerca esamineranno la tua pagina più spesso poiché vedranno che aggiorni regolarmente.
  • Ti sbarazzi degli articoli che non aggiungono valore al blog, migliorandoli o eliminandoli.
  • Ottieni più rapidamente un numero maggiore di pagine indicizzate.
  • Conserverai i tuoi visitatori, che saranno soddisfatti da un blog sempre aggiornato.
  • Aggiornando i tuoi post, hai la possibilità di creare nuove conversazioni su vecchi post, incoraggiando nuove interazioni.

Come ottimizzare i vecchi post

Con queste informazioni, sai cosa fare quando rivedi i vecchi post? Ecco alcune cose che dovresti controllare quando analizzi i tuoi vecchi post.

READ  Che cos'è il marketing di crescita? Definizione, trend e stipendio

Errori ortografici e grammaticali corretti

Sicuramente dopo aver scritto un articolo, lo leggi un paio di volte per rilevare gli errori (e se non lo fai, dovresti). Ma, a volte, per quanto guardiamo e guardiamo il nostro testo, non siamo in grado di trovare nulla che possa essere criticato.

Tuttavia, dopo aver riletto dopo un po’, troviamo piccoli errori di ortografia o frasi il cui significato non ha né testa né coda. È ora di risolverlo, perché il la presenza di questo tipo di errori può minare la credibilità di fronte al lettore.

Rivedere e aggiornare i contenuti

Uno dei motivi principali per cui è consigliabile rivedere i tuoi vecchi post è aggiorna i contenuti del tuo blog. Pensa che con il passare del tempo, le informazioni che offri potrebbero diventare obsolete. Ad esempio, se hai scritto un articolo nel 2015 e hai aggiunto i dati di uno studio di quell’anno, probabilmente dovrai rivederlo, poiché probabilmente saranno emerse nuove informazioni sull’argomento.

C’è anche la possibilità di espandere le informazioni che offri nel tuo post. Forse è emersa una notizia che te lo permette allunga la lunghezza del tuo articolo e puoi fornire nuovi dati che arricchiscono e aumentano la qualità dei tuoi scritti.

Un altro motivo per cui potresti considerare di aggiornare i tuoi vecchi post è la bassa qualità di un articolo; o perché non offre contenuti rilevanti, le informazioni che offre non sono corrette, ci sono molti errori, è troppo breve… Per evitare lavoro extra per rivedere questo tipo di pubblicazione, dovresti imparare a produrre Contenuto lento o contenuto calmoun modo per creare da zero post di qualità per il tuo blog che richiederanno pochi aggiornamenti.

Evita la cannibalizzazione delle parole chiave

La cannibalizzazione si verifica quando due o più articoli sulla stessa pagina competere utilizzando le stesse parole chiave. Pertanto, è molto probabile che nessuno raggiunga la prima pagina dei risultati di ricerca.

Se pensi che possano esserci post nel tuo blog in cui si verifica la cannibalizzazione, dovresti considerare di rivedere il contenuto e cambiare le parole chiave di uno dei post, per evitare il problema; oppure rimuovi uno degli articoli se ha poco traffico e poca rilevanza per il blog.

READ  Gli hack più attuali degli esperti di Growth Hackers: tutto quello che è successo in Parliamo di Crescita!

migliorare la leggibilità

Potrebbe non sembrare un grosso problema, ma il modo in cui strutturi i tuoi articoli può aumentare o ridurre la loro leggibilità. Se un articolo è di difficile lettura, il visitatore perderà interesse per esso e lascerà la pagina.

Assicurati che i post del tuo blog siano ben organizzati e comodi da leggere. Se non la pensi così, prova a dividere il testo in paragrafi più brevi, creando sezioni intitolate sottotitoli e utilizzando elenchi per presentare serie di elementi.

Correggi i collegamenti interrotti

Se hai un blog, in particolare uno che ha qualche anno, è probabile che ti imbatterai nel problema di alcuni i tuoi link non funzionanoo perché i siti web hanno cessato di esistere o per problemi di reindirizzamento.

I collegamenti interrotti danneggiano l’esperienza dell’utente e influiscono anche sul posizionamento, poiché impediscono ai motori di ricerca di indicizzare le pagine.

Per questo motivo è consigliabile seguire il nostro blog alla ricerca di link interrotti in modo da eliminarli o modificarli. E per questo abbiamo strumenti gratuiti che facilitano notevolmente il processo. Un esempio è Dead Link Checker, una pagina in cui puoi controllare lo stato di tutti i link sul tuo sito web.

Aggiungi link interni

Forse hai pubblicato nuovi articoli che pensi possano integrare perfettamente alcuni dei tuoi vecchi post. In tal caso, sentiti libero di modificare i tuoi articoli in creare collegamenti interniche sono quei link che uniscono pagine appartenenti allo stesso dominio.

L’esistenza di link interni su un sito web ha diversi vantaggi. Da un lato, se l’utente li utilizza, trascorrerà più tempo a navigare nella tua pagina. Inoltre, la presenza di questi link facilita il lavoro dei crawler bot utilizzati dai motori di ricerca.

Controlla le parole chiave

Può darsi che al momento della stesura di un articolo tu non abbia tenuto conto delle parole chiave o che tu ne abbia utilizzata una che si è rivelata non efficace come pensavi.

Per risolvere questo problema, esegui nuovamente una ricerca per parola chiave per trovare le parole chiave più adatte e termini semanticamente vicinie assicurati che appaiano nel titolo del post, nella meta descrizione, in tutto il testo e nel tag Alt delle immagini.

Aggiungi immagini e contenuti grafici

Gli elementi visivi in ​​un post sono sempre i benvenuti (nella giusta misura, sì), dal momento che aiutano a vivacizzare i testi, soprattutto quelli estesi. Sono utili anche per illustrare ciò di cui stiamo scrivendo, come un grafico o un’infografica.

READ  Google Ad Grants, pubblicità per organizzazioni senza scopo di lucro

Quindi, se vedi che un articolo è blando, studiane la possibilità aggiungi una sorta di supporto grafico dargli un nuovo look. Piattaforme come Canva ti consentono di creare tutti i tipi di grafica personalizzata e su pagine come Pixabay o Unsplash puoi trovare un’ampia varietà di immagini gratuite che saranno molto utili per decorare i tuoi post.

commenti di revisione

Sebbene ricevere commenti su un post renda sempre felice il proprietario di un blog, ce ne sono alcuni che non aggiungono alcun valore, come lo spam. Cerca di sbarazzarti di questi commenti, poiché la presenza di spam sminuisce la credibilità del tuo blog, fa sembrare che sia in qualche modo abbandonato e i collegamenti che questi commenti possono contenere possono indirizzare i visitatori a siti Web non sicuri.

Elimina post

Sebbene questa sia l’ultima opzione, se ritieni di non poter migliorare in alcun modo un post a basso traffico o ritieni che possa in qualche modo danneggiare la tua reputazione, potresti considerare di eliminare il post. Articolo. Ma insistiamo, ricorriamo ad essa come ultima opzione! Sicuramente con un piccolo sforzo puoi trovare un modo per sfruttare al meglio un vecchio post.

Cosa fare dopo aver rivisto i vecchi post?

Promuovili! Dopo aver lavorato all’aggiornamento dei tuoi contenuti, gli utenti devono sapere che sono state apportate modifiche e che queste potrebbero essere di loro interesse. Ecco alcune idee per promuovere i tuoi post aggiornati.

  • Invia una newsletter.
  • Crea un articolo di “I migliori post…” di un argomento o di un determinato anno in cui includi vecchi post aggiornati.
  • Aggiungi un widget al tuo blog che mostra gli articoli aggiornati di recente.
  • Diffondilo sui tuoi social network.
  • Aggiungi link interni in altri articoli che rimandano a contenuti aggiornati.

Avrai verificato quanto sia utile rivedere i vecchi post del tuo blog, in quanto può dare ai tuoi contenuti una nuova opportunità per attirare nuovi visitatori. Se vuoi saperne di più sulla creazione di tattiche e contenuti attraenti per affascinare e trattenere i tuoi visitatori, sarai sicuramente interessato a Master in Inbound Marketing. Non aspettare oltre per informarti!

Torna su