Che cos’è un Brand Manager e quali funzioni ha?

I consumatori sono sempre più esigenti e meno fedeli ai marchi. Hanno molte più informazioni a portata di mano e quindi molto più potere di scelta. In questo senso, la capacità di connettersi con il pubblico e trasmettere i valori con cui si sentono identificati è fondamentale. È qui che entra in gioco il Brand Manager, una figura diventata fondamentale per le aziende. Vuoi sapere cos’è un brand manager e le sue funzioni? Continua a leggere!

Master in marketing digitale

Che cos’è un Brand Manager?

In un mondo globalizzato come quello attuale, i marchi hanno cessato di avere potere, che è caduto nelle mani dei consumatori. Trasmettere valori e un’immagine di marca impeccabile è fondamentale per catturare l’attenzione dei potenziali clienti e fidelizzarli.

Il Gestore di marchio chi è responsabile del raggiungimento di questo obiettivo. Questo è un profilo all’interno del reparto marketing e la sua specialità è implementare una strategia che differenzia il marchio dalla concorrenza e lo rende l’opzione più attraente per gli utenti.

È responsabile dell’immagine del marchio ed è responsabile dell’attuazione delle azioni appropriate per posizionarlo nel mercato, trasmettendo e comunicando la missione, la visione e i valori in modo che penetri nel pubblico. Le strategie di un Brand Manager sono focalizzate sulla creazione di reputazione e consapevolezza positiva.

D’altra parte, devono essere in grado di rispondere a qualsiasi crisi imprevista e di identificare le esigenze presenti e future dei consumatori al fine di riadattare le tecniche messe in atto dall’azienda. Un commento negativo sul blog o sui social media può essere molto dannoso per qualsiasi organizzazione. Pertanto, il Brand Manager deve essere in grado di mantenere una buona reputazione.

READ  Che cos'è Slow Content e come può aiutare a posizionare il tuo marchio?

Funzioni di un Brand Manager

Il funzioni di brand manager possono variare a seconda del settore di appartenenza dell’azienda in questione. Tuttavia, le seguenti attività fanno solitamente parte delle competenze di questo profilo:

  • Il Strategia del marchio Comprende tutto, dalla creazione della style guide alla costruzione della visione e proposta della value proposition, sia a breve che a lungo termine, oltre al posizionamento nel mercato.
  • Svolgere Studi di mercato analizzare aspetti quali le esigenze dei consumatori, il posizionamento della concorrenza e quello dell’azienda stessa.
  • Progettare una strategia basata sui risultati di ricerche di mercato e allineare le diverse campagne di marketing e azioni di comunicazione in modo che trasmettano lo stesso messaggio.
  • Comunicare internamente i valori del marchio in modo che tutti i dipendenti lavorino sulla stessa linea e verso lo stesso obiettivo.
  • Anticipa il nuovo tendenze del mercato, dell’industria e dei consumatori per mantenere aggiornato il marchio.
  • aiuta il reparto prodotti con compiti di sviluppo, pricing e lancio di nuovi prodotti, secondo nuove opportunità di business.

In sintesi, questi professionisti hanno la responsabilità di comprendere i bisogni e le motivazioni del nostro pubblico di destinazione e di pensare e lanciare campagne di marketing sulla base delle informazioni raccolte. È un professionista focalizzato sul posizionamento del marchio in base a quelle motivazioni per aumentare la partecipazione degli utenti.

Cosa studiare per diventare un Brand Manager

Non c’è una carriera specifica da diventare Gestore di marchioma di solito hanno esperienza e studi legati al marketing, alla pubblicità e al mondo degli affari.

Poiché i brand manager possono lavorare in aree specifiche a seconda dell’istituzione, una specializzazione potrebbe essere un vantaggio fornendo una formazione avanzata in aree di base come il marketing o l’economia. Pertanto, se sei interessato a diventare un Brand Manager, dai un’occhiata al ns Master in marketing digitale.

READ  7 situazioni di rischio nel servizio clienti e come risolverle con successo

D’altra parte, quando si assume qualcuno per questa posizione, le aziende di solito cercano le seguenti competenze:

  • Pensiero creativo
  • Concentrati sui risultati
  • facilità di comunicazione
  • Analisi dei dati
  • Flessibilità e buon adattamento ai cambiamenti
  • Lavoro di squadra
  • Decisioni in tempi di crisi

Stipendio di un Brand Manager

Lo stipendio medio in Italia di un Brand Manager è € 47.717 all’anno, secondo il media specializzato Glassdoor. Questi professionisti di solito iniziano con uno stipendio minimo di circa 32.800 euro lordi all’anno mentre lo stipendio massimo può superare i 75.000 euro lordi all’anno.

D’altra parte, lo stipendio medio in Messico per questo stesso profilo è intorno $ 40.819.

Differenze tra Brand Manager e Product Manager

Vi è una diffusa confusione tra le funzioni del Brand Manager e Product Manager. Ebbene, così come prodotti e marchi non sono comparabili, non lo sono nemmeno entrambi i profili.

Da una parte, Responsabili di prodotto si concentrano sul design e sulle caratteristiche di un particolare prodotto. Il loro lavoro può essere logistico e tecnico, il che implica uno stretto rapporto con i dipartimenti di sviluppo, vendita e marketing. L’obiettivo dei product manager è quello di migliorare, aggiornare e mantenere il funzionamento del prodotto con particolare attenzione come i clienti interagiscono con il prodotto e come si inserisce nel mercato.

D’altro canto, Gestori del marchio Cercano di mantenere e promuovere la percezione di un marchio specifico, suscitando sentimenti e generando fedeltà. La sua funzione è piuttosto strategica e implica una grande conoscenza sia dell’azienda che delle tecniche che devono essere attuate per mantenere tale immagine. Il tuo obiettivo è migliorare, mantenere e creare interesse per il marchio in base alle tecniche di marketing e al modo in cui l’organizzazione viene percepita.

READ  5 +1 trucchi per migliorare la tua strategia di remarketing

Cosa ne pensi di questo articolo cos’è un brand manager? Lascia i tuoi commenti e condividi!

E se vuoi diventare un professionista del marketing digitale e imparare a definire, pianificare e controllare le campagne di reclutamento online, preparati con il Master in marketing digitale. Noi ti aspetteremo!

Torna su