Suggerimenti per scrivere e inviare comunicati stampa di successo e farsi conoscere su tutti i media

Suggerimenti per scrivere e inviare comunicati stampa di successo e farsi conoscere su tutti i media

Le nuove tecnologie hanno cambiato il nostro modo di agire all’interno e all’esterno della nostra vita lavorativa.Sapete cosa fa la differenza tra una campagna di successo e una infruttuosa? Tra un’idea che funziona e un’altra che non funziona? La chiave può essere trovata attraverso il redazione e invio di comunicati stampa che sono e continuano ad essere un elemento essenziale e differenziante per promuovere con successo la nostra organizzazione.

Sommario:

L’obiettivo principale sarà quello di attirare il maggior numero di organi di stampa a pubblicarci e quindi pubblicizzare eventi programmati, promozioni personali, premi, nuovi prodotti e servizi, dati finanziari o appuntamenti attraverso i nostri comunicati stampa. Vuoi sapere e impara a creare comunicati stampa di successo? Non partire ancora… prendi penna, tablet e computer e scrivi quello che ti serve per avere successo!

Che cos’è un comunicato stampa

Un comunicato stampa o una nota è un documento che riassume e presenta ai media una notizia o una novità rilevante e informazioni importanti su un’azienda o attività commerciale.

L’importanza di inviare comunicati stampa in una strategia di Marketing Online

La strategia di comunicazione non è ben definita se i comunicati stampa non sono inclusi come obiettivo principale, poiché uno dei suoi principali vantaggi è la rapida diffusione che hanno. Grazie al marketing online, molte aziende hanno finalmente capito che la comunicazione è parte integrante delle loro tattiche di business. Ma come raggiungiamo il nostro pubblico, come facciamo in modo che i media ci prestino attenzione e ci notino? Non ci sono formule magiche ma se troviamo quello che cercano avremo la fortuna dalla nostra parte.

READ  Che cos'è e come fare uno studio di mercato?

Iniziamo!

Come scrivere comunicati stampa di successo

1 # Innamorati del titolo

Forse è la parte più difficile da svolgere, ed è che determinerà l’apertura del nostro comunicato stampa. Possiamo avere uno schizzo di più proposte e una volta scritto il comunicato decidiamo se ciò che avevamo proposto è valido e suscita il desiderio di qualcuno o ci porta dritti nella spazzatura. Niente panico! La cosa principale è riassumere il contenuto della tua storia in una frase.

Immagina quante email e comunicazioni i giornalisti ricevono al giorno, perché dovrebbero guardare te e non gli altri? Studia ogni parola e non lasciare che l’improvvisazione regni nella tua vita quotidiana. All’interno delle caratteristiche del titolo, devi dare priorità: alla novità, creatività, innovazione ed esclusività del prodotto e/o servizio che vuoi far conoscere.

Le chiavi da tenere a mente sono:

  • Cifre sempre arrotondate
  • Non è consigliabile utilizzare più di 10 parole, ma se si va troppo oltre non succede nulla. Non è vita o morte.
  • Enfatizza il titolo con grassetto o carattere tipografico
  • Non usare mai rime o battute che di solito non gli piacciono

2# Abbaglia con l’Intro o il Lead

Ora stiamo entrando nella questione, il protagonista è il primo paragrafo del nostro comunicato stampa. Qui le basi, l’essenziale e che ogni studente di giornalismo ha studiato e visto in tutti i suoi studi sono le 5W: Cosa?, Chi?, Quando?, Perché? O dove? Oltre ai classici già conosciuti possiamo includerne altri 2: Come? E chi?

Non è necessario che tu li usi tutti, scegli 1, 2 o 3 e sviluppi il tuo vantaggio in un paragrafo. Ricorda che devi raccogliere gli elementi essenziali della tua storia che poi svelerai, quindi, mescola creatività e necessità in modo che il lettore o in questo caso il giornalista voglia andare oltre.

Suggerimenti per creare una buona introduzione:

  • Attraverso il contenuto cerca di rispondere a molte delle domande
  • Crea il vantaggio con le W più significative
  • Ricorda che la cosa più importante deve venire prima
READ  Pianifica per migliorare la partecipazione della tua comunità online; falli visitare, seguirti e fidarsi di te

3# Modella il corpo del testo

A questo punto dobbiamo svelare in modo creativo, innovativo e dettagliato tutti i dati della tua storia. Come? Attraverso le W che non abbiamo utilizzato in testa. Ad esempio, se in testa al comunicato hai parlato di Chi? Che cosa? e dove? Nel corpo devi espandere le informazioni con il resto di Ws. Si tratta di argomentare ed esporre l’importanza di ogni W che finirà per dare un senso al nostro testo.

È quella che in giornalismo è conosciuta come una piramide rovesciata, la più importante andrà sempre in alto e poco a poco sveleremo il testo offrendo alla fine i dati meno rilevanti, con cui il giornalista potrà rimuovere quell’ultima parte senza prendere via il significato della nota. .

Qualcosa di basilare, anche se non sempre necessario, sarà l’inclusione di opinioni, argomentazioni, affermazioni, ecc., con le quali otterremo credibilità. Si sconsiglia di inserire nella nota più di due affermazioni, semplicemente per non distogliere l’attenzione da quanto si sta raccontando.

4# Non spalmare con la piastra della caldaia

O anche conosciuto come Footer, è un piccolo riassunto di non più di 10 righe dell’azienda su cui si sta facendo il comunicato stampa. È come una piccola biografia in cui viene esposto quando è stato creato, perché e cosa offre. È il tuo messaggio di “marketing”.

5# Informazioni di contatto

Siamo già riusciti ad arrivare alla fine del nostro comunicato stampa, ma c’è ancora la ciliegina sulla torta. Devi includere i dati attraverso i quali il giornalista può contattarti per ampliare le informazioni o conoscere maggiori dettagli su ciò che stai presentando.

  • Nome e cognome
  • Inviare
  • E-mail
  • Telefono
  • ragnatela

Da qui, avrai solo bisogno di creatività, fortuna ed essere in cima ai giornalisti in modo indiretto in modo che il tuo prodotto e/o servizio sia noto. Quindi non lasciare a domani quello che puoi fare oggi e metterti al lavoro, il trucco dei comunicati stampa è la pratica, quindi se non ti eserciti non potrai essere al vertice dei media.

READ  Che cos'è l'esternalizzazione commerciale?

Suggerimenti per l’invio di comunicati stampa

Quando inviamo un comunicato stampa, dobbiamo tenere a mente che lo invieremo a una redazione dove il ritmo di lavoro è molto alto. Pertanto, se vogliamo passare il primo filtro di lettura, dobbiamo inviare le informazioni in una e-mail in modo strutturato, evidenziando l’interesse della nota in modo chiaro e conciso.

L’e-mail perfetta è divisa in due parti:

  • Affare: Deve essere attraente e deve chiarire di cosa si parlerà nel comunicato stampa.
  • Corpo dell’e-mail: Come abbiamo spiegato prima, l’ente deve spiegare il motivo della spedizione, con un rappresentante attraente.
  • allegati: A volte si sceglie di copiare la nota dopo la presentazione, anche se può anche essere allegata (ovviamente sempre in formato .doc, in modo che i giornalisti possano lavorare con il testo). Dobbiamo anche allegare materiale complementare come fotografie, video o una cartella stampa sull’azienda.

Quando inviare comunicati stampa

  • Subito dopo un evento di lavoro o una conferenza stampa.
  • Quando recitiamo un evento giornalistico. La spedizione va effettuata scegliendo sempre i giorni lavorativi per effettuare la spedizione e meglio come prima cosa al mattino.

Formarsi in marketing digitale

Ti piace il mondo della comunicazione? Vuoi saperne di più su come agire nella gestione delle crisi? non perdere il Master in Community Manager di IEBS. E reinventa il tuo futuro verso un orientamento più digitale. Ascolta l’opinione di Cristina Sierra, un’ex studentessa che ci racconta del suo tempo a scuola e ci racconta anche del suo progetto De Culto Magazine.

Se l’articolo ti è piaciuto, non esitare a condividerlo, ti saremo molto grati se vorrai far parte di questa community che conta migliaia di utenti in tutto il mondo.

Torna su