Glossario del marketing digitale: oltre 50 termini che dovresti conoscere

Ti sembra cinese quando senti CPC, CTR o Call to Action? Devi andare come un matto sui motori di ricerca quando ti imbatti in termini come Anchor Text, Call to Action o Prospecting? Non preoccuparti, lo risolveremo per te, continua a leggere!

Far parte del mondo digitalizzato significa aggiornarsi e non perdere di vista le nuove parole che nascono con la trasformazione digitale. Per questo abbiamo preparato questo glossario di marketing digitale con le oltre 50 parole più utilizzate. Li conosci?

Ma prima di iniziare, sarebbe bene dare un’occhiata cos’è il marketing moderno e cos’è il marketing digitale Te li ho collegati.

Glossario marketing digitale

Tasso di conversione: Conosciuto anche come tasso di conversione. L’atto di convertire i visitatori del sito Web in clienti. Altri considerano la “conversione” qualcosa di diverso da una vendita. Ad esempio, se un consumatore sta per abbandonare il carrello, l’azienda potrebbe tentare di recuperarlo attraverso un metodo di coinvolgimento online, che gli ricorda la sua storia, mostra loro articoli correlati o fornisce loro un marcatore di prodotto; come nel caso di VePanel.

Pertanto, il tasso di conversione è la percentuale di visitatori di un sito Web che eseguono un’azione oltre alla visualizzazione di contenuti o alla visita di una pagina specifica.

CPA: Acronimo di Cost Per Acquisition. Questo è l’importo a cui l’inserzionista paga la piattaforma pubblicitaria per ogni conversione (acquisto) effettuata. Verrà pagato solo nel caso in cui l’acquisto venga generato, altrimenti il ​​costo della pubblicità sarà di €0. Ad esempio, € 10 per acquisto.

CPC: Acronimo di Cost Per Click. Metodo di pagamento online utilizzato per indirizzare le visite a una pagina Web e basato esclusivamente sui clic su un annuncio. Quello che l’inserzionista paga al suo editore è un importo fisso, concordato in anticipo, ogni volta che un utente fa clic, ad esempio 1 euro ogni 1.000 clic su un link.

CPL: Acronimo di Cost Per Lead. Sistema di prezzo in cui l’inserzionista paga un importo fisso per l’abbonamento di un utente interessato alla sua offerta (Lead = Utente minimamente interessato al tuo prodotto e che ti ha lasciato i suoi dati). Questo modello consente agli inserzionisti di generare un ritorno garantito sulla spesa pubblicitaria.

MPC: Acronimo di Cost Per Thousand Impressions. Sistema di remunerazione in cui l’inserzionista paga ogni 1.000 impressioni del proprio annuncio, indipendentemente dal fatto che si verifichi o meno una conversione.

CTR: Acronimo di Click Through Rate. Rapporto tra gli utenti che fanno clic su un collegamento specifico e il numero totale di utenti che visualizzano una pagina, un’e-mail o un annuncio (impressioni). Viene comunemente utilizzato per misurare il successo di una campagna pubblicitaria online, nonché l’efficacia delle campagne e-mail.

CRO: Il CRO (Ottimizzazione del tasso di conversione) o noto anche come ottimizzazione del tasso di conversione, è il processo iterativo in cui cerchi migliorare i rapporti e i processi di conversione di un sito web.

ROI: o Investment Return Rate è l’indicatore dei profitti ottenuti dopo aver eseguito determinate azioni. Cioè con esso possiamo calcolare le conversioni e i risultati ottenuti da uno specifico investimento.

RTB: Acronimo di Real Time Bidding. Mezzi con cui l’inventario pubblicitario viene acquistato e venduto per impressione, tramite un’asta programmatica istantanea. Con il metodo RTB, gli inserzionisti fanno un’offerta su un’impressione e, se l’offerta vince, l’annuncio dell’inserzionista viene visualizzato automaticamente sul sito web dell’editore.

Clicca per chiamare: il termine inglese si traduce in “click to call”. È un sistema che viene utilizzato nel marketing digitale per richiamare l’attenzione del consumatore affinché clicchi su un determinato pulsante in una determinata pagina e che porta ad un’altra pagina in cui viene eseguita un’altra azione, che in questo caso è chiamare il servizio o inserire un numero di telefono.

Marketing di affiliazione: È uno dei tipi di marketing specializzati nell’ottenere risultati. Si tratta di un accordo tra due siti in cui uno di essi (l’affiliato) ha il compito di promuovere i prodotti o servizi di un’altra azienda (l’inserzionista) con l’obiettivo di indirizzare il traffico verso il sito dell’inserzionista. In cambio di questa promozione, l’affiliato riceve commissioni dall’inserzionista.

Tasso di abbandono o abbandono: è il termine utilizzato nel commercio elettronico per descrivere il visitatore di una pagina web che la abbandona prima di completare l’azione desiderata. Dal canto suo, il tasso di abbandono è il rapporto tra il numero di carrelli abbandonati e il numero di transazioni avviate o completate. Questa percentuale tende a variare da un settore all’altro, ma è in media di circa il 90%.

READ  Che cos'è un piano di marketing digitale e come si fa?

Analisi web: sono le pratiche relative all’analisi dei siti web attraverso le quali si ottengono tutte le informazioni ad esso relative. Nel mondo del marketing digitale viene utilizzato per scoprire come si comportano gli utenti e aiuta a sviluppare strategie e prendere decisioni in base alle informazioni ottenute.

Anchor Text (testi “hook” in SEO): è un termine molto importante nel mondo SEO poiché è il collegamento o collegamento ipertestuale che accompagna il contenuto di un sito Web o di una pagina a cui si desidera indirizzare il pubblico e i motori di ricerca. Un termine da tenere a mente nelle azioni di Linkbuilding.

B2B (Business to Business): modello di business che indica che l’accordo è tra 2 società. Il marketing è una delle modalità che è stata implementata come modello di business nelle sue strategie.

B2C (Business To Customer): sono le sigle che definiscono il termine “business to consumer”. Sono le azioni strategiche delle imprese che servono a raggiungere direttamente il consumatore.

Blog: È un sito web gestito da sistemi di gestione dei contenuti che possono essere personali, aziendali o come negozio online. Attualmente sono poche le aziende che non hanno un blog per farsi conoscere o i privati ​​che lo utilizzano per gestire il proprio personal brand.

Banner: Pubblicità sotto forma di immagine che viene generalmente inserita in un sito Web, in uno dei margini o in qualsiasi altro spazio riservato agli annunci.

Call to action (CTA – Call to action): call to action o call to action è uno strumento pubblicitario o una strategia, grafica o testuale, che cerca di incoraggiare il pubblico a rispondere a un’azione dopo un annuncio.

KPI (Key Performance Indicator): è un indicatore chiave di performance, utilizzato per misurare il livello di performance di un processo. Questo indicatore è correlato a un obiettivo prefissato ed è solitamente espresso in percentuale. I KPI più utilizzati nel Digital Marketing sono solitamente: clic, visite, registrazioni a moduli, vendite, visualizzazioni di video, apertura di email o, tra gli altri, retweet.

Pagina di destinazione: È una pagina web che cerca di collegare l’utente con un marchio. Viene visualizzato dopo aver effettuato un invito a un’azione specifica come fare clic su un pulsante in una guida, un portale o un banner. Viene utilizzato per convertire i visitatori di quella pagina in lead.

Piombo (contatto): Un lead o contatto è un utente che ha fornito i propri dati a un’azienda, tramite una registrazione o il download di qualcosa da quell’inserzionista. Per questo motivo, diventa un record nel tuo database e l’azienda ora può interagire con esso. Naturalmente, l’utente deve accettare l’informativa sulla privacy dell’azienda.

obbiettivo: Conosciuto anche come il pubblico di destinazione a cui ci rivolgiamo che ha una strategia di marketing specifica. È importante definire bene il gruppo target poiché funzionerà attorno ad esso.

Tasso di conversione: Il tasso di conversione è un indicatore che ci fornisce il traffico delle visite che hanno effettuato un’azione rispetto al tasso di clic. Questa misura dipende dall’obiettivo di marketing che un’azienda, un cliente o un’organizzazione ha.

CMS (Sistemi di gestione dei contenuti): significa content manager ed è un software che viene utilizzato da chiunque per gestire i propri contenuti su Internet. Esempi di CMS sono WordPress o Joomla. Scopri qui 6 fattori da tenere in considerazione quando scegli un CMS.

Biscotti: i biscotti sono piccoli file codificati, di numeri e lettere, che vengono installati nel browser in modo da identificare un browser, ma non un utente specifico. Questi piccoli file crittografati inviano informazioni avanti e indietro tra il browser del tuo computer e i siti Web visitati. Un cookie può essere letto e compreso solo dal sito web che lo ha creato.

Creatività: sono i diversi media creativi che compongono una campagna pubblicitaria. Possono essere immagini, video, GIF, opuscoli o qualsiasi altro tipo di materiale che accompagna la campagna.

e-Business (commercio elettronico): Si riferisce alla realizzazione di qualsiasi tipo di attività attraverso Internet. Indipendentemente dal fatto che si tratti di inviare informazioni, richieste di posta elettronica o scambiare denaro per prodotti, se avviene tramite Internet, si tratta di un commercio elettronico o di e-Business.

Marketing via email: Chiamato anche mailing, è un’e-mail scritta, progettata e inviata da un inserzionista (azienda) attraverso un database di terze parti. Se vuoi ottenere buoni risultati nelle tue campagne di email marketing, lavora sulla pertinenza del tuo messaggio, prova a renderlo reattivo e genera aspettative con la posta, per ottenere clic e conversioni.

READ  Cos'è il Lean Marketing e come applicarlo nella tua azienda

Collegamento: collegamento elettronico tra due siti web. Viene anche chiamato collegamento ipertestuale, collegamento dinamico o collegamento.

Foraggio: un feed si traduce come una fonte o un canale, che sarà il contenuto Internet che può essere esportato su altri siti e raggiungere più utenti. Puoi vedere il nostro Feed di tutte le novità di Digital Marketing qui.

Freemio: modello di business che offre un servizio o un prodotto di base gratuitamente e addebiti per aggiornamenti e contenuti aggiuntivi. Esistono diversi tipi di freemium: limitato alla funzionalità, limitato nel tempo, limitato alla capacità, limitato all’utilizzo, limitato al tipo di client o limitato alla pubblicità. Scegline uno in base alle tue esigenze.

Canalizzazione o canalizzazione di conversione: è il percorso che un utente intraprende attraverso un annuncio online o un motore di ricerca, navigando in una pagina di eCommerce e infine convertendosi in una vendita. La metafora di un funnel viene utilizzata per descrivere la diminuzione del numero di utenti che si verifica in ogni fase del processo.

GIF: Image Interchange Format (Graphic Interchange Format) che utilizza la compressione per archiviare e visualizzare le immagini. Consiste nel movimento di uno o più fotogrammi della durata di circa 3-5 secondi e ripetuto più e più volte.

Pagina iniziale (copertina): è la pagina principale di un sito web.

Marketing in entrata: strategia di marketing mirata a farti trovare il sito web dell’inserzionista. Questa tecnica comprende un insieme di tecniche che consentono di raggiungere i clienti esistenti e potenziali in modo non aggressivo. È la sua natura non invadente che gli conferisce il valore differenziale rispetto alla pubblicità tradizionale.

Messaggistica istantanea: Conosciuto anche come Instant Messaging, è un messaggio in tempo reale che viene effettuato tramite dispositivi e a cui partecipano due o più persone se connesse a Internet.

Meta-tag (etichette): È un codice html che viene inserito in una pagina web. Viene utilizzato nel marketing digitale e soprattutto nella SEO poiché aiuta a mostrare informazioni di riferimento ai motori di ricerca sul contenuto della pagina e aiuta a posizionarla.

Mobile Marketing: insieme di tecniche per pubblicizzare servizi e prodotti attraverso le tecnologie mobili. Attraverso questi strumenti, pubblicità mobile, SMS, MMS o vendita di contenuti, le aziende possono personalizzare la segmentazione dei messaggi in base al pubblico.

Denominazione: È il processo creativo attraverso il quale viene creato un marchio. Comprende tutte le tecniche e il processo di creazione di nomi per aziende, prodotti o servizi, che finiranno per diventare marchi. La creazione di questo nome deve essere in linea con i valori dell’organizzazione, questo processo può portare al successo o al fallimento di un marchio.

OnlineHD: distribuzione di video online in alta definizione, solitamente composta da standard 720p. Il numero si riferisce alle 720 linee orizzontali di risoluzione dello schermo, mentre la lettera p sta per scansione progressiva.

Visualizzazione della pagina (impressione della pagina): per visualizzazione pagina si intende un file inviato all’utente a seguito della richiesta. Diventa anche una metrica, visualizzazioni di pagina, che copre il numero totale di pagine visualizzate / visitate.

Feed del prodotto: Un file composto da un elenco di prodotti e attributi organizzati in modo tale che ogni prodotto possa essere visualizzato, pubblicizzato o confrontato in modo univoco. Un feed prodotto in genere è costituito dall’immagine del prodotto, un titolo, un identificatore del prodotto, una copia di marketing e gli attributi del prodotto.

Premio: concetto utilizzato per descrivere un prodotto o servizio che ha un costo che va oltre il costo tecnico necessario per sviluppare il prodotto o servizio. Di solito ha caratteristiche speciali con una qualità superiore alla media. Per questo, normalmente, il premio è un plus per quegli utenti o consumatori che pagano un sovrapprezzo.

pubblicità displayPubblicità sulle pagine web. Include molti formati diversi e contiene elementi come testo, immagini, video, audio o flash. Il suo scopo principale è visualizzare annunci e messaggi ai visitatori del sito Web e indirizzarli a una pagina di destinazione che espande le informazioni incluse nell’annuncio.

QR: Il codice QR è un codice di risposta rapida e viene utilizzato per memorizzare informazioni in un codice a barre. È molto facile da riconoscere, poiché è caratterizzato dai tre quadrati che si trovano negli angoli e che facilitano la posizione del codice al lettore QR.

Realtà aumentata (AR): È la tecnologia che sovrappone le immagini virtuali, generate dai computer, alla realtà che vediamo nel mondo reale. Provoca una nuova dimensione in cui puoi interagire con l’intero ambiente.

READ  Scopri le ultime 7 tendenze nel marketing del turismo digitale

Remarketing: Tecnica di marketing online che consiste nel reimpattare, tramite un’e-mail, gli utenti che hanno già visitato una pagina web. Ad esempio, nel caso dei negozi online, l’email remarketing verrebbe effettuato nel caso in cui un visitatore non abbia completato il processo di acquisto.

Display di retargeting/remarketing: Tecnica di marketing online che mostra pubblicità intelligente a quegli utenti che hanno precedentemente visitato un sito web. Gli annunci influiscono sugli utenti in base al comportamento dimostrato sia su quello che su altri siti Web.

Design reattivo: Responsive Design o web design adattivo, adattabile o reattivo è la tecnica utilizzata per adattare lo stesso sito Web a diverse piattaforme tecnologiche: computer, tablet, smartphone, libri elettronici o laptop. Per adattarlo è necessario tenere conto delle caratteristiche specifiche di ciascun dispositivo, come le dimensioni dello schermo, la risoluzione o la capacità di memoria. Se viene raggiunta, con un unico web design si otterrà una visualizzazione ottimale su qualsiasi dispositivo.

Scorrere: Lo scorrimento è chiamato spostamento o movimento 2D dei contenuti che compongono la scena di un videogioco o nella finestra visualizzata in un’applicazione per computer.

Spam: lo spam è un’e-mail ricevuta dall’utente che non ha richiesto e che non desidera avere nella sua casella di posta. Lo spam viene inviato a milioni di account di posta elettronica senza che sia necessario. Inoltre, di solito, la maggior parte di queste e-mail ha uno scopo commerciale.

Geolocalizzazione: posizione degli utenti determinata utilizzando un indirizzo IP o coordinate GPS. Di solito viene utilizzato nelle campagne pubblicitarie online per mostrare le informazioni o i contenuti che desideriamo solo agli utenti che si trovano in una determinata posizione geografica. Come puoi vedere, queste azioni hanno uno scopo commerciale e di solito sono legate ai dispositivi mobili.

Giava: linguaggio programmatico progettato per creare applicazioni su Internet.

URL: L’URL o Uniform Resource Locator è l’indirizzo di una pagina Web, quella che consente di accedere a servizi e altri client nei browser Web.

Visita: la visita avviene quando un singolo utente o robot entra in un sito web, può avvenire una o più volte, durante un certo tempo. È importante che le visite non vengano confuse con i visitatori.

Visivo Ricerca: Visual Search è la tendenza che consiste nell’effettuare una ricerca online caricando un’immagine su un’app o piattaforma con l’obiettivo di trovare una batteria di immagini con caratteristiche simili alla query effettuata.

Seminario web: webinar è la combinazione delle parole Web e Seminario. Un Webinar, quindi, è un video-seminario o una videoconferenza online che si svolge tramite software e che permette di tenere una lezione online.

Bot (bot di ricerca): Robot o programma che opera automaticamente senza la necessità dell’intervento umano istantaneo. Su Internet, ci riferiamo ai bot come quelle applicazioni software che eseguono attività automatizzate. I più comuni sono gli spider, che accedono ai siti Web per raccogliere riferimenti ai contenuti che appaiono nei motori di ricerca.

API: è l’abbreviazione in inglese di Application Programming Interfaces (Application Programming Interfaces) che definisce un insieme di protocolli e strumenti utilizzati dagli sviluppatori per creare programmi specifici per determinati sistemi operativi.

app: noto anche come applicazione, app o app. È un’applicazione software che può essere installata su un PC, tablet o cellulare e ha uno scopo specifico. Esistono diversi tipi di applicazioni che servono a soddisfare le esigenze di una specifica nicchia di pubblico. Ci sono notizie, giochi, apprendimento, ecc.

Prodotto: questo concetto o percentuale di clic sull’annuncio si riferisce alla percentuale di clic rispetto alle impressioni in un annuncio all’interno di una pagina specifica.

Algoritmo: insieme ordinato di regole o operazioni stabilite nella programmazione di un sistema di gestione, finalizzato all’ottenimento di obiettivi prefissati e che consente di trovare soluzioni ai problemi. Nonostante sia un meccanismo senza volontà, sta cambiando il mondo digitale.

Ora che ne sai un po’ di più, vuoi ampliare il tuo vocabolario? Ti piacerebbe mettere in pratica tutto ciò che hai imparato? Se la tua passione è il marketing digitale e l’analisi web, iscriviti ora a Master in marketing digitale e impara con i migliori professionisti del settore.

Torna su