Víctor Manrique, organizador GSM:

Víctor Manrique, organizzatore GSM: «La Spagna è pioniera nella gamification»

Tutto indica che sarà uno dei settori in più rapida crescita. Il ludicizzazione è venuto a rimanere e le aziende spagnole hanno suscitato il loro interesse nell’implementazione delle tecniche di gioco nelle loro attività.

Da vedere qual è la situazione della gamification in Italia e approfondisci i suoi vantaggi, oggi parliamo con Victor ManriqueGamification Designer in ‘Jugo’, editore di ‘Epic win blog’ e organizzatore del primo Gamification Spain Meetup (GSM) che si terrà il prossimo 26 ottobre a Saragozza, con la collaborazione di IEBS.

Forse vuoi conoscere il nostro: Master in Gamification

Come hai iniziato nel mondo della Gamification?

Tutto è iniziato 3 anni fa quando ho fondato un’azienda dove abbiamo creato una piattaforma per connettere aziende e utenti. Abbiamo visto che non c’era molta motivazione da parte degli utenti ad accedere alla piattaforma e abbiamo deciso di implementare qualche tecnica di gamification tramite punti, medaglie… Anche se non è andata bene, è servito come punto di partenza per entrare nel settore . Poi ho fatto ulteriori ricerche sull’argomento, leggendo libri e articoli e condividendo idee con altri professionisti, e ho deciso di creare il blog. Anche così, la strada è lunga e c’è ancora molta strada da fare.

Molti utenti e aziende ancora non sanno cosa sia la gamification. Come lo definiresti?

Trattandosi di una disciplina nuova, viene spesso utilizzata la stessa definizione: “meccaniche di gioco applicate in contesti non tipici del gioco per il raggiungimento di un obiettivo”. Tuttavia, credo che questa definizione limiti notevolmente la portata della gamification al marketing e non sia ben compresa. Per questo la definirei come una “tecnica progettuale per aumentare la motivazione delle persone verso un obiettivo: dal raggiungimento di risultati migliori, più utenti…

READ  Che cos'è un assistente vocale e come cambierà le nostre vite?

La gamification viene utilizzata in vari settori: istruzione, salute, risorse umane, marketing, sport… Cosa pensi che porti alle aziende?

Esatto, come ho sottolineato nell’articolo su gamification ed education, fornisce soprattutto una strategia di differenziazione. Se qualche tempo fa abbiamo visto come le aziende ricorressero ai social per distinguersi e instaurare un dialogo diretto con il cliente, ora accade la stessa cosa con la gamification. Stiamo affrontando una crisi di coinvolgimento, di impegno, in cui i clienti non sono così fedeli al nostro marchio e la gamification aiuta le aziende a fidelizzare i clienti attraverso il divertimento.

Vediamo principalmente casi di gamification in aziende internazionali, dalle multinazionali alle startup, ma… qual è la situazione in Italia?

Questo è un argomento interessante perché normalmente abbiamo la sensazione che tutto venga dopo qui, ma in questo caso non succede così. Nel settore della gamification siamo pionieri e se guardiamo le classifiche degli esperti in queste tecniche, la maggior parte di loro sono spagnoli. Celebriamo anche eventi importanti come il Gamification World Congress, che abbiamo fatto qualche mese fa, o il prossimo GSM Italia. Ci sono anche molte comunità in Italia e anche in America Latina dove nascono progetti molto importanti. Stanno comparendo molte aziende, consulenze…

A proposito di iniziative, puoi dirci in cosa consisterà GSM Italia?

È soprattutto un’iniziativa comunitaria per i professionisti della gamification e gli interessati al settore. Avremo quattro presentazioni con i migliori esperti in Italia, tra cui Óscar García Pañella, direttore del Master di Gamification, e poi terremo un workshop per mettere in pratica tutto ciò che abbiamo visto. Ci saranno anche altre sorprese per tutti i partecipanti…

READ  Edutainment: quando l'educazione diventa un gioco

Hai citato Óscar García Pañella, direttore del nostro master. Quale ruolo ritieni abbia la formazione in questo settore?

È un fattore chiave, soprattutto se la formazione è pratica. Se iniziamo davvero a progettare la gamification, ci concentriamo sull’argomento in modo pratico, possiamo imparare e migliorare. È una disciplina molto giovane e richiede professionisti formati che abbiano basi pratiche ma anche teoriche. Confidiamo che le persone istruite usciranno in modo che la gamification possa continuare.

Vuoi sapere quali sorprese ci saranno al prossimo GSM Italia? Vi lasciamo alla video intervista a Víctor Manrique, in cui rivela maggiori dettagli sull’evento e sulla situazione attuale del settore della gamification. Guardare!

Se sei interessato a questo argomento e vuoi sviluppare la tua carriera professionale attorno alle tecniche di gioco e alla loro implementazione nelle aziende, ora puoi allenarti in gamification presso IEBS. Esperti del settore ti forniranno tutte le chiavi attraverso casi reali che puoi mettere in pratica nella tua azienda o nella tua vita quotidiana. Conosciamolo nel link precedente!

Torna su