Tendencias del e-Learning y Futuro de la Formación online en 2022

Tendenze dell’e-learning e futuro della formazione online nel 2022

I grandi cambiamenti che abbiamo vissuto nella società e nelle persone in questi ultimi tempi si sono riflessi anche nelle nostre abitudini e nei modi di consumare la formazione. Nello specifico, l’impulso dell’e-learning e della formazione online è stato esponenziale, accelerando e consolidando molti trend che da tempo anticipiamo e altri nuovi che andremo a scoprire in questo post con il nostro Previsioni e tendenze e-learning per il 2022.

Tendenze e-Learning per il 2022

L’e-learning stesso è già una tendenza ed è in ottima salute. Negli ultimi anni ha guadagnato sempre più slancio fino a diventare il massimo innovativo e con altro flessibilità per adattarsi alle nuove tecnologie e ha dimostrato di essere pienamente preparato ad affrontare una pandemia. Pertanto, non sorprende che così tanti tendenze nell’e-learning per il 2022.

Sebbene sia vero che nel corso del 2021 abbiamo visto che l’obiettivo dell’istruzione tradizionale è stato quello di includere la tecnologia per sviluppare gli stessi processi di apprendimento di sempre, nel 2022 vedremo come l’equilibrio tra l’uso della tecnologia e la trasformazione digitale dell’istruzione sia istruzione raggiunta edtech«, per raggiungere il e-learning Techquilibrium.

D’altra parte, questo terreno fertile ha favorito lo sviluppo di «ed tech» e soprattutto dalle startup che hanno puntato sulla digitalizzazione di tutti i processi di apprendimento, favorendo un rapido e naturale cambiamento verso la vera trasformazione digitale di qualsiasi istituzione scolastica.

Trend: Metaverso, Realtà Virtuale e Realtà Aumentata nell’e-learning

Una delle tendenze più forti dell’e-learning che stanno tornando grazie all’impegno di grandi aziende come Meta o Facebook e Microsoft sono le applicazioni del metaverso all’apprendimento.

Ricordiamoci che Secondlife esisteva già in passato ma che non ha avuto il successo sperato perché la velocità delle connessioni in quel momento non permetteva un’esperienza soddisfacente.

Tuttavia, nell’era del 5G e con la democratizzazione dei dispositivi di accesso ai mondi virtuali, questa barriera sembra essere stata superata.

E le applicazioni sono infinite, dalle lezioni “faccia a faccia” in un mondo virtuale, alla formazione di gruppo e allo sviluppo delle competenze, qualcosa che è sempre stato difficile per l’elearning, all’addestramento e alla simulazione della gestione delle applicazioni.

Tendenza: e-Learning Techquilibrium

All’inizio ci siamo concentrati sul tentativo di fare lo stesso, ma includendo la tecnologia nel processo. Da qui il boom di applicazioni come Teams o Zoom o del dumping di cataloghi di contenuti digitali su piattaforme. In qualche modo ci dedichiamo ad applicare la tecnologia a ciò che già sapevamo fare ma non a mettere la tecnologia al servizio delle reali motivazioni e bisogni dello studente. E l’e-learning non consiste nel trasmettere una lezione in diretta, ma in un intero processo di apprendimento e costruzione della conoscenza in cui tutti gli elementi integrati creano un’esperienza unica e adattata a ciascuna persona. Ecco perché nel 2022 vedremo come l’uso delle lezioni dal vivo diminuisce come unico elemento di trasmissione della conoscenza e la tecnologia si bilancia con l’apprendimento, creando spirali di apprendimento che integrano informazioni, applicazione della conoscenza, apprendimento, collaborazione e feedback.

Tendenza: cicli di apprendimento o spirali di apprendimento

Un’altra tendenza chiave nell’e-learning sono le spirali di apprendimento. Il mondo è cambiato, anche la società e le persone, e non possiamo pretendere che l’istruzione rimanga la stessa con un semplice strato tecnologico per fare lo stesso. Ecco perché quest’anno sperimenteremo un’evoluzione dalla consegna unidirezionale alla costruzione di spirali di apprendimento in cui la consegna è solo una parte del processo integrato con comunità di pratica e collaborazione in cui applichiamo le conoscenze che riceviamo, impariamo, condividiamo e rileviamo nuovi bisogni Il che ci riporta all’inizio del processo.

Tendenza: corsi più mirati e più brevi

La necessità di un aggiornamento permanente e l’urgenza unita alla comparsa del fenomeno del “bootcamp” che cerca di avvicinare le pratiche di formazione intensiva alla formazione in periodi sempre più brevi, ha indotto il mercato a richiedere questo tipo di formazione. La formazione generale con molto materiale di riempimento perde forza a favore di corsi più brevi e intensivi, più focalizzati sull’apprendimento di abilità e abilità specifiche che addestrano lo studente a svolgere nuove professioni o professioni molto richieste.

Tendenza: decentramento della conoscenza

La conoscenza ha cessato da tempo di appartenere alle Università, ma le grandi piattaforme offrono soluzioni sempre più facili da usare, perché chi ne è in possesso possa condividerla e trarne profitto.

READ  #DebateIEBS: Il diritto all'oblio: l'incubo dell'impronta digitale

Ciò ha portato a un’abbondanza di conoscenza, che è sempre più accessibile e in gran parte libera e aperta. C’è una saturazione di contenuti online, webinar, video di youtube (edutubers) che ci insegnano come applicare, fare o creare qualcosa. E in fondo, più contenuti abbiamo, più ci perdiamo, motivo per cui molti di questi edutubers sono diventati produttori di informazioni di formazione, offrendo le loro conoscenze in modo strutturato e con comunità di pratica grazie a nuove piattaforme tecnologiche come Hotmart o pensieroso.

E-learning omnicanale

L’e-learning prende il comando nel 2022 e supera la formazione in presenza. Inoltre, è inevitabile che lo studente richieda l’e-learning come valore aggiunto, aggiungendo opzioni per lo studente sia digitalmente che faccia a faccia o blended, che sono venuto a chiamare “E-learning omnicanale”.

Ecco perché, per me, il tendenza che non leggerai in nessun altro blog per il 2022 è E-learning omnicanale.

Tendenza: Microformazione e microcontenuti

La micro-formazione è un’altra delle tendenze dell’e-learning che prenderà piede nel 2022. Abbiamo più tempo che mai e l’apprendimento istantaneo ci offre un’alternativa redditizia ad altri tipi di tempo libero. A differenza di prima, ora ho bisogno di imparare qualcosa e voglio farlo ora perché ho tempo e non ho intenzione di investire molti soldi.

Produce anche un vantaggio per noi e ha un elemento catalizzatore che lo rende diverso ed è divertente. Anche conosciuto come formazione scolasticache non è né più né meno che intrattenimento educativo.

L’e-Learning a consumo istantaneo ha condizioni importanti come:

  • La piattaforma multicanale reattivo
  • Il formato video
  • Una metodologia molto più di consumo e non tanto apprendimento.

In Tektankabbiamo lanciato Akademus nel 2019, una piattaforma basata su questa metodologia.

Trend: necessità di cybersecurity nell’e-learning

Come in altri settori, dovremo proteggere le infrastrutture dei dati per garantire la continuità della nostra formazione. Qualcosa di cui sicuramente i più non hanno tenuto conto ma di cui, conoscendo alcuni casi di attacchi informatici alle università segnalati negli ultimi tempi, non dovremmo perderlo di vista.

Tendenza: e-learning gratuito

Il modello di business MOOC sta diventando sempre più rilevante e si presenta come un format che le migliori scuole del mondo Stanno usando. Siamo passati da tutti i tipi di MOOC a MOOC di qualità dove vale la pena investire qualche euro in più per ottenere una laurea in Stanford, Wharton o MIT.

Troviamo invece proposte che ti offrono direttamente una formazione professionale di alta qualità e tu non la paghi finché non trovi un lavoro. Questo modello di business fatica a radicarsi nel mercato di lingua spagnola

E non dobbiamo dimenticare, anche se lo abbiamo già menzionato prima, i canali YouTube gratuiti e informativi come una delle tendenze chiave dell’e-learning per il 2022.

Trend: tokenizzazione e blockchain per l’elearning

Sì, sì, la blockchain è già applicato nell’istruzione e dovrebbe essere applicato al livello più alto. Non solo nell’istruzione privata, come sempre siamo i primi, ma anche in quella pubblica e ufficiale.

Immagina se tokenizzassimo i progressi di uno studente e creassimo a blocco che certifica a qualificazione di un lavoro o un TFM. Abbiamo anche iniziato a rilasciare titoli attraverso «contratti intelligenti» che forniscono una maggiore sicurezza durante la verifica di un certificato quando si selezionano studenti da una scuola come Tektanked evitano così falsificazioni.

Inoltre, dal 2018, in Tektankaccettiamo pagamenti in bitcoin ed emettiamo e verifichiamo il processo di apprendimento con Blockchain.

Tendenza: formazione online dal vivo e webinar

Studiare in un’aula virtuale non significa che non puoi imparare dal vivo. Gli strumenti di collaborazione in tempo reale sono ideali per trasmettere la conoscenza in modo agile e con la possibilità di farlo risolvere i dubbi in questo momento. Per questo motivo questo format sta diventando sempre più potente, oltre ad essere uno dei trend di e-Learning più facili da implementare, indipendentemente dal tuo budget. La cosa più importante per l’anno 2022 sarà che non sarà più sufficiente ritrasmettere le lezioni in presenza ma sarà necessario creare progetti ad hoc per studenti virtuali integrando la classe come parte di un ciclo di apprendimento.

Tendenza: Aassistenti virtuali nella formazione online

Immagina un assistente vocale in grado di comprendere le principali domande di uno studentePer esempio:

  • controlla i miei appunti
  • Pianificami un tutorial con l’insegnante
  • Trovami la migliore definizione di e-Learning
  • Ho bisogno di fare ricerche sull’e-learning

Un intero mondo di possibilità si apre davanti a noi rendere più soddisfacente l’esperienza di uno studente prima della sua formazione, e ci stiamo lavorando.

La personalizzazione è di moda in tutti i settori, compresa l’istruzione. Pertanto, è una delle principali tendenze dell’e-Learning per il 2022. La raccolta di dati nota come grandi datie la sua interpretazione attraverso l’analisi per ottenere informazioni preziose, consente offrire un apprendimento molto più personalizzato.

Trend: Formazione personalizzata in elearning

Ad esempio, in Tektanklo usiamo per conoscere le abitudini di studio degli studenti, le loro routine, il loro ritmo di apprendimento, il tempo dedicato a ciascuna pratica, ecc. In questo modo, possiamo adattarci alle tue esigenze offrendoti l’aiuto o il supporto di cui hai bisogno, attraverso insegnanti e tutor, che monitorano i tuoi progressi in ogni momento.

READ  L'hacker etico: il profilo di cui hanno bisogno tutte le aziende digitali

Tendenza: esperienza di apprendimento

Vedremo se evolveremo dall’e-learning all’x-learning. Abbiamo ancora molto e-Learning del 20° secolo. Cioè, l’insegnamento elettronico. E dobbiamo evolverci e causare un cambiamento in cui l’industria smette di produrre contenuti da produrre esperienze di apprendimento uniche e rilevanti.

L’apprendimento deve essere rilevante e lo studente deve appassionarsi all’apprendimento e capire come applicare ciò che hanno imparato. Questa è un’altra delle tendenze dell’e-Learning per quest’anno.

I nostri studenti spesso mi ricordano: «Oscar, mi piace la tua scuola perché tu sei il cosa, il «come» e il perché e ci annoiamo che ci venga detto solo il «cosa».»

La tecnologia, ovviamente, continuerà a essere un bene che faciliterà la creazione di esperienze pratiche di apprendimento sempre più rilevanti e intuitive.

Sì all’esperienza di apprendimento ed entusiasma i tuoi studenti, no ai contenuti noiosi

Tendenza: il fidanzamento è il re

Stiamo passando dall’era dei contenuti a l’età del fidanzamento. Ora la cosa più importante di tutte sono le interazioni con gli utenti. In questo caso, gli studenti.

Nel mio profilo linkedin uso la frase “Insegnare significa muoversi” come titolo e questa è oggi la chiave per il funzionamento di un processo educativo. Dobbiamo eccitare i nostri studenti in modo che non vedano l’ora di sapere quale sarà la prossima sfida che dovranno affrontare. Un buon uso della gamification può essere molto utile e non mi riferisco all’assegnazione di premi per cose che non hanno nulla a che fare con la narrazione o la storia che stai raccontando in quel corso.

più coinvolgimento ottieni dagli studenti, più fluida sarà la comunicazione con loro. Ciò si traduce automaticamente in interazioni molto più arricchenti da entrambe le parti. Gli studenti si sentono accuditi e tu hai un’idea più chiara di come soddisfare le tue esigenze. Pertanto, il coinvolgimento è una delle tendenze nell’e-learning che non potrai ignorare il prossimo anno.

Tendenza: Gamification e social learning

Insegnare significa eccitante. Ecco perché la gamification o gamification rappresenta uno dei meccanismi più efficaci per motivare lo studente e aiutarlo nel suo apprendimento. Non si tratta di banalizzare il contenuto educativo, ma di far sentire lo studente la necessità di andare oltre attraverso piccole motivazioni (sfide aggiuntive, contenuti esclusivi, graduatorie, riconoscimenti accademici).

Nel nostro caso abbiamo combinato ludicizzazione della classe con lui apprendimento sociale fuori dalla classe. Questo ci ha permesso di trasferire ulteriori sfide agli studenti avanzati. In questo modo, la gamification permette il raggiungimento di premi importanti con notevole successo.

La strategia di ludicizzazione che ha funzionato meglio per noi finora è stata innegabilmente quella dei gruppi Skype. Alcuni dei problemi di rete che abbiamo avuto sono stati risolti in una volta e l’efficienza di comunicazione insegnante-studente quando è necessaria anche una risposta immediata.

Tendenza: apprendimento mobile

I cellulari fanno parte della nostra quotidianità. Potremmo quasi dire che sono diventati un’estensione del nostro corpo, da allora non andremo da nessuna parte senza di loro.

Quando si parla di m-Apprendimentoci riferiamo apprendimento mobile. Nel tempo sono emerse numerose app che ci consentono di imparare lingue, matematica, scienze, ecc., da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento.

L’m-Learning è pensato come uno strumento di supporto per mettere in pratica i concetti appresi. Inoltre, il u-Learningquesto è il accesso diretto immediato alle informazioniè molto utile per risolvere dubbi o approfondire un argomento per il quale ci mancano tutte le informazioni necessarie.

Indubbiamente la formazione omnicanale è il grande trend e il mobile learning è un ricordo del passato, non si parlerà più di m-learning o u-learning ma di una strategia e-learning o di formazione integrata.

infografica

Vantaggi dello studio di una formazione online

Scaricamento

Tendenza: formazione più informale e meno ufficiale

Non mi stanco mai di dire che il mondo va da una parte e il sistema dall’altra e sembra che non si capiscano. E nell’istruzione in generale accade la stessa cosa. Proprio per questo ho parlato della necessità di scuole che si impegnino a formare le persone a cose utili e che riflettano realtà di mercatomentre le Università continuano a formare i disoccupati.

Questo è ciò che ho detto alla presentazione Tektankin Messico:

Viviamo in una nuova era digitale: Oscar Fuente #OpenDigitalDay

Oltre a tutte le novità, queste tendenze nell’e-Learning sono ancora forti:

Tendenza: apprendimento automatico

Grazie ai Big Data sarà possibile identificarsi modelli di comportamento in termini di stili di apprendimento e fornire una maggiore adattabilità e personalizzazione al processo, compresi gli elementi che più ci motivano. Permetterà inoltre di adattare il livello dei percorsi in base alle capacità e alle motivazioni di ogni studente.

E tutto questo in modo automatico e con apprendimento continuo del sistema grazie all’applicazione del machine learning o Machine Learning, che evolveranno i modelli in base al comportamento reale degli utenti.

Mi viene anche in mente che, come dicevamo prima, se potrò sapere qual è la tua storia e confrontarla con l’evoluzione di altri utenti che hanno avuto una storia simile alla tua, sarò in grado di generare percorsi di apprendimento automaticamente perfettamente adattato al tuo percorso. Questo caso particolare sarebbe molto più adatto per capsule formative che per programmi a lungo termine come lauree magistrali e post-laurea.

READ  Nuovi trend di business nel 2022 per i principali settori

Ad esempio, se confronti lo sviluppo dei tuoi studenti con il tempo, puoi farlo trovare correlazioni? È ovvio, ma in realtà ci sono e questo ci permette di progettare percorsi che migliorano l’esperienza dello studente.

Un’altra applicazione di Machine Learning è il riconoscimento facciale. La combinazione di questa tecnologia con Blockchain ce lo permetterà accreditare determinati processi che devono essere regolati nella formazione.

Tendenza: apprendimento adattivo

Il apprendimento adattivo È una delle grandi sfide dell’educazione per il futuro. Adattare il ritmo, gli obiettivi e i contenuti in base alle molteplici intelligenze, abilità e motivazioni degli studenti deve essere una delle grandi sfide per questo settore nei prossimi anni.

Il gruppi multidisciplinari sono anche importanti. Ogni studente può sviluppare il proprio talento in base alle proprie capacità e motivazioni e contribuire allo sviluppo del gruppo.

Nel modello tradizionale – quello industriale – uno studente con una grande capacità creativa e musicale non riusciva a tenere il passo con una lezione di matematica e quindi falliva miseramente nel sistema. Tuttavia, se identifichiamo le sue capacità e gli fissiamo un obiettivo più basso in quella stessa classe di matematica, aumentando le sue sfide in altre classi in cui progredisce più velocemente di altre, gli facciamo raggiungere un livello minimo in matematica dove aveva precedentemente fallito. Pertanto, non sentirai la grande frustrazione che provi nel modello standardizzato e si svilupperà ampiamente in quelle capacità in cui trova grande motivazione.

Formazione online vs. Formazione in presenza: vantaggi, svantaggi e quale scegliere

Tendenza: analisi dell’apprendimento

Learning Analytics ci fornisce dati. Così, indizi su ciò che accade nell’aula virtuale e questo può passare inosservato all’inizio. Grazie a un buon modello di dati che analizza un grande volume di informazioni, sarà possibile orientare correttamente l’allenamento.

Possiamo anche imparare quali sono i percorsi degli studenti nel contenuto dall’osservazione. Seguono i passaggi che abbiamo pensato? Dove si bloccano? Coloro che sono abituati all’analisi web avranno vita più facile. Anche nel nostro caso abbiamo posto diverse sfide agli esperti di usabilità e analisi orientate in questo caso all’educazione.

Tendenza: IoT e dispositivi indossabili

Quando si parla di connettività di solito ci si riferisce alle persone, ma ora ci sono nuove tendenze nell’e-learning in questo senso. L’Internet delle cose (IoT) è costituito da connettività tra oggetti e come ottenere il controllo remoto di questi oggetti interconnessi.

È tempo di sfruttare i dispositivi in grado di servire qualche scopo educativo. Un esempio di facile comprensione sono i Google Glasses, che se abbinati alla realtà aumentata e alla realtà virtuale possono essere utilizzati per i Serious Games. In questo modo, possiamo imparare a maneggiare gli oggetti grazie al simulazioni e perché no nel metaverso.

Tendenza: aula capovolta o classe invertita

È una delle tendenze dell’e-learning con più trazione. Ma in Tektankè qualcosa che abbiamo applicato dall’inizio. iniziamo con il problema come asse dell’apprendimento e forniamo allo studente le risorse necessarie per poterlo risolvere con l’aiuto di un mentore. Tuttavia, lo abbiamo perfezionato scommettendo su a modello di apprendimento esperienziale dove l’usabilità, il design e, in definitiva, l’esperienza di apprendimento vissuta dallo studente sono la chiave.

Tendenza: Chatbot per la formazione

Un sistema di domande e risposte (QA) è un sistema progettato per rispondere domande formulate in linguaggio naturale. Alcuni sistemi estraggono informazioni da una fonte, come un testo o un’immagine, per rispondere a una domanda specifica. Questi sistemi “sorgente” possono essere suddivisi in due sottocategorie principali: dominio aperto, dove le domande possono riguardare qualsiasi cosa (Dialogflow), ma non si concentrano su materiale specifico, e dominio chiuso, dove le domande hanno dei limiti concreti (Chatfuel), nella misura in cui in quanto si riferiscono a una fonte predefinita (ad esempio, un dato contesto o un campo specifico, come la medicina).

In Tektankstiamo iniziando a sperimentare questa tecnologia con risultati sorprendenti. Anche se siamo ancora in una fase di addestramento dell’algoritmo. È già in grado di rispondere in modo sensato al 20% delle domande.

Tendenza: Istruzione STEAM

La formazione attuale deve essere adattata alle esigenze del mercato e dell’ambiente in cui viviamo. Nel bel mezzo dell’era digitale, l’istruzione dovrebbe basarsi sull’uso delle nuove tecnologie, con particolare attenzione alle competenze STEM o STEAM:

  • Scienze
  • Tecnologia
  • ingegneria
  • Matematica

Educare le nuove generazioni in questo campo è sempre più necessario e si pone una nuova sfida: coniugare materie educative e paradigma tecnologico.

Cosa ne pensi di questo articolo tendenze nell’e-learning? Lascia i tuoi commenti e condividi!

E ricorda che se vuoi affidare il tuo futuro ad a scuola innovativa che applica le nuove tendenze di apprendimento e che è stato riconosciuto per la sua capacità di innovare e cambiare le cose, puoi consultare la nostra offerta di formazione sul sito web di IEBS.

Torna su