Etica digitale: il pilastro del futuro in rete

Etica digitale: il pilastro del futuro in rete

La rivoluzione digitale ha decisamente cambiato tutto. Da quando Internet è entrata nelle nostre vite per restare, abbiamo trasformato il modo in cui comunichiamo, acquistiamo e studiamo. L’inarrestabile progresso della tecnologia ha modificato le nostre abitudini al punto da doverci fissare obiettivi su cui riflettere di fronte alle conseguenze che comportano nel futuro di questa società digitale. L’immediatezza dell’accesso alle informazioni e il trasferimento dei nostri dati implicano opportunità, ma anche responsabilità e pericoli. Oggi ne vogliamo parlare etica digitaleun pilastro fondamentale nel mondo che stiamo costruendo.

Potrebbe interessarti: MBA in Digital Business

Cos’è l’etica digitale

L’etica digitale è una disciplina che cerca di analizzare i problemi dell’essere umano nel mondo digitale, perseguire la costruzione di principi, valori, doveri e diritti che guidano i nostri comportamenti In rete. Quando si parla di etica digitale ci si riferisce al coinvolgimento delle nuove tecnologie nello sviluppo di basi di convivenza che garantiscano i diritti di cittadini sempre più digitali.

La discussione su buon uso di internet è costante e sicuramente ti sei imbattuto in una moltitudine di articoli e pubblicazioni sui social network a riguardo. Quindi, parlare di etica digitale è parlare di un codice sociale necessario che regoli problemi come:

  • Il attacchi informatici che mettono a rischio i nostri dati personali
  • Il limiti della libertà di espressione e comportamento nei social network
  • Il diritto a disconnessione dal lavoro

Che la tecnologia stia cambiando il mondo (e continuerà a farlo) a un ritmo fino ad ora sconosciuto è un fatto reale, e per questo è fondamentale ricordare che, ogni volta che si parla di utenti e potenziali clienti, ciò che c’è dietro tutto questo sono le persone. Il trattamento che dobbiamo ricevere quando utilizziamo la rete è soprattutto quello che garantisce i nostri diritti e quelli degli altri.

READ  Health gamification: il nuovo modo di intendere la salute

Origine dell’etica digitale

Il filosofo James H. Moor, professore di Filosofia intellettuale e morale alla Dartmouth University, pubblicò nel 1985 un articolo intitolato “Cos’è l’etica del computer?” diventando un pioniere nel campo dell’etica digitale. Secondo lui, le nuove possibilità offerte dal mondo digitale richiedono una nuova etica che risponda ai bisogni di una società in cui il mondo digitale è diventato uno degli elementi più importanti nella progettazione del nostro modo di abitare il mondo.

Per Moor, l’etica informatica risponde all'”analisi della natura e dell’impatto sociale delle tecnologie informatiche e delle corrispondenti formulazione delle politiche e giustificazione dell’uso etico di queste tecnologie.

Se dobbiamo elencare i problemi da affrontare sulla rete, vengono in mente questioni come l’abuso dei social network, l’acquisto e la vendita di informazioni personali o il controllo dei dati da parte di aziende e governi. Tutti questi, tuttavia, lo sono più problemi sociali che tecniciquindi è necessario e possibile proporre alcuni principi pratici che ci consentono di migliorare la nostra esistenza nel mondo digitale.

Dall’analisi dell’impatto sociale delle nuove tecnologie alla formulazione dei principi di base per il loro uso etico, la chiave sta nel tentativo di garantire il corretto utilizzo delle informazionicomprendendo con buon uso ciò che promuove il bene dell’umanità.

Caratteristiche dell’etica digitale

Per capire quali sono le caratteristiche dell’etica digitale, possiamo andare al lavoro del filosofo americano Debora Johnsonche nel suo libro “Computer Ethics and Ethics and Internet” espone tre caratteristiche che la concezione della tecnologia dovrebbe avere da chiunque voglia confrontarsi con l’etica digitale. Sono tre:

1# Rifiuto del determinismo tecnologico

Contrariamente a coloro che sostengono che la tecnologia si sviluppi in modo indipendente, la prospettiva socio-tecnica proposta da Johnson garantisce che sia il carattere che la direzione dello sviluppo tecnologico siano influenzati da un buon numero di fattori. fattori sociali.

2# Rifiuto della tecnologia come oggetto materiale

La tecnologia non può essere definita come un accumulo di manufatti o prodotti materiali, ma piuttosto come un prodotto sociale. Quando si fa riferimento a un oggetto materiale si parla di qualcosa che non serve a meno che non sia incluso nelle pratiche sociali. Per lo stesso motivo, Johnson sostiene che la tecnologia dovrebbe essere intesa come un sistema socio-tecnico.

READ  Scopri la storia di Internet dalla sua prima connessione ad oggi

3# Rifiuto della tecnologia come oggetto neutro

L’uso della tecnologia non è neutrale e risponde valori politici ed economici. Pertanto, non può funzionare senza un certo sviluppo sociale. Pertanto, adottare l’uso della tecnologia significa essere parte di un ordine sociale ad essa connesso.

cittadini digitali responsabili

Di fronte alla disumanizzazione che spesso ci troviamo nel mondo digitale, è necessario stabilire codici di comportamento che ci permettano di trattarci con rispetto, un’affermazione che sta guadagnando sempre più forzaentrambi in media come nelle convenzioni della statura del Discorsi TEDx e dentro guide alla rete creato da creatori di contenuti.

Tra i chiavi di cui dobbiamo tenere conto per comportarci da cittadini digitali responsabili Ce ne sono sei che la prestigiosa rivista Forbes ha messo in evidenza:

  • Contrasta le informazioni prima di condividerlo per fermare il fenomeno del notizie false
  • Riflettere su l’impatto che i nostri comportamenti possono avere nella rete nella salute mentale di altre persone
  • Lavora il nostro spirito critico e vai oltre i messaggi e i titoli semplicistici per entrare a far parte di discussioni approfondite
  • Né fare né diffondere opinioni aggressive che possono interessare terzi
  • Usa responsabilmente degli strumenti digitali con cui lavoriamo
  • essere aperto a altri punti di vista e la diversità delle opinioni

Etica digitale: il pilastro del futuro in rete - Imprese ed etica digitale

Il ruolo delle aziende nell’etica digitale

L’etica digitale è diventata una responsabilità di cui le aziende e le istituzioni devono tenere conto. Un buon punto di partenza per le aziende sarebbe prendere come riferimento il Dichiarazione digitale firmato da 40 CEO della tecnologia al Davos Economic Forum nel 2019, con l’obiettivo di progettare una guida che funge da bussola agire eticamente nell’era digitale.

Tra i linee guida fondamentali Nata pensando alle aziende del mondo digitale, la Global System for Mobile Communications Association (GSMA) ha voluto prestare particolare attenzione ai seguenti aspetti:

1# Partecipazione

La preoccupazione per la connettività e le tecnologie digitali raggiunge il maggior numero di persone possibile, ponendo l’accento sul sviluppo delle competenze digitaliqualcosa che dovrebbe far parte dell’educazione di ogni cittadino.

2# Società digitale dinamica

Le piattaforme digitali, i prodotti, i servizi e gli ecosistemi costituiti da un numero enorme di aziende e tecnologie devono continuare a farlo innovare in cerca di benefici per la società.

READ  L'innovazione ai tempi del covid, cosa aspetti a reinventarti?

3# Ecosistema digitale sostenibile

L’ecosistema digitale deve essere fatto di ambienti economici e politici capaci di Adattarsi ai cambiamenti del mercato, qualcosa che partirà dalla conoscenza nella gestione dei dati.

4 # Comportamento digitale

Internet dovrebbe essere un luogo aperto, accessibile e basato sulla cooperazione di tutte le parti, in cui viene imposta una ferma reazione contro le molestie virtuali e i tentativi di limitare la libertà di l’espressione e l’accesso alle informazioni.

5# Privacy e dati

Tutti i partecipanti alla società digitale devono rispettare il Privacy dei cittadini, i loro dati sono gestiti in modo responsabile, sicuro e trasparente. Ciò avverrà con pratiche che consentono la libera scelta del conferimento dei propri dati.

6 # Sicurezza informatica

Tutti gli agenti sociali coinvolti devono lavorare per frenare le minacce alla sicurezza informaticarendendo l’uso della rete più sicuro ogni giorno.

7# Responsabilità

È necessario l’impegno per raggiungere un futuro digitale positivo condiviso dall’intera società digitale, qualcosa per cui devono lavorare nelle loro politiche sia aziende che istituzioni. Lo faranno stabilendo obiettivi specifici che incoraggino l’innovazione, tenendo sempre presente l’importanza degli investimenti e il benessere degli utenti.

Infine, la collaborazione e il dialogo devono essere promossi a livello geografico e industriale per sviluppare un futuro digitale sempre più responsabile.

Cosa ne pensi del post? Vuoi condividere con noi le tue riflessioni? Ti invitiamo a lasciarci la tua opinione in un commento e a condividere questo contenuto sui tuoi social network in modo che raggiunga quante più persone possibile.

Se stavi pensando a una formazione nel business digitale, ti invitiamo a scoprire il nostro MBA in Digital Business e per risolvere tutti i tuoi dubbi scegliendo il giorno e l’ora più adatti a te per fissare un appuntamento con i nostri consulenti. Devi solo prenota la tua sessione da qui e uno di loro risolverà tutte le domande che hai sul programma. Noi ti aspetteremo!

Torna su