Che cos'è un CSO o Direttore della Sostenibilità e come diventarlo

Che cos’è un CSO o Direttore della Sostenibilità e come diventarlo

Da oltre un decennio le aziende hanno cambiato il loro approccio alla produzione e ai servizi con l’obiettivo di essere più sostenibili e migliorare l’uso delle risorse ambientali. C’è ancora molta strada da fare, ma sempre più organizzazioni hanno una politica ambientale che non solo garantisce il rispetto della legislazione, ma la rende anche una priorità all’interno dell’azienda. Il responsabile di questo è noto come Direttore della Sostenibilità o Chief Sustainability Officer (CSO), un profilo sempre più richiesto dalle organizzazioni di tutto il mondo. Vuoi sapere quali sono le principali funzioni di un Direttore della Sostenibilità e perché ne hai bisogno nella tua azienda? Continua a leggere!

MBA in linea

Che cos’è un Direttore della Sostenibilità o Chief Sustainability Officer (CSO)?

Un Direttore della Sostenibilità è quel professionista che analizza e prevede la pratica presente e futura dell’azienda con l’obiettivo di monitorare e ridurre al minimo l’impatto ambientale dell’organizzazione. Questo senza dimenticare le esigenze di redditività unitamente alle prestazioni ecologiche e alla riduzione dell’impronta di carbonio. In breve, è responsabile del monitoraggio dell’impatto ambientale di un’azienda.

Questi profili sono generalmente responsabili del zona sostenibile della società o responsabilità sociale d’impresa. Riportano direttamente al Chief Executive Officer (CEO) e hanno contatti regolari con il personale di produzione e i decisori su larga scala in linea con la politica del governo e le tendenze del mercato.

Queste aree di ecologia e sostenibilità includono l’approvvigionamento di materie prime, oltre a cercare di sostituire le fonti esistenti con qualcosa di più sostenibile. Controlla anche:

I Chief Sustainability Officer sono promossi a questa posizione dopo diversi anni di esperienza in posizioni di gestione aziendale. Il suo profilo è di alto livello, poiché il suo lavoro lo è valutare i processi produttivi dal punto di vista della sostenibilità. Sono responsabili di assicurarsi che le pratiche di spedizione e produzione siano conformi alle normative ambientali. Anche per evidenziare le aree in cui i processi aziendali mancano di un’efficiente consapevolezza ambientale.

READ  Come applicare strategie di gamification nel tuo e-commerce per vendere di più

Funzioni di un Direttore della Sostenibilità o CSO

Ora che sappiamo cos’è un Direttore della Sostenibilità, vediamo quali funzioni ha:

  • Identificare modi creativi in ​​cui l’azienda può equilibrare gli obblighi commerciali. L’obiettivo è rispettare, sostenere e migliorare gli ambienti locali
  • Valutare e analizzare le politiche ei processi dell’azienda individuare le aree in cui è possibile apportare miglioramenti in conformità con l’impegno dell’organizzazione per la sostenibilità
  • Proporre e implementare strategie per affrontare vari problemi ambientali. Ad esempio, l’uso dell’energia, la conservazione, la riduzione dell’inquinamento, il riciclaggio, la progettazione di edifici e strutture e l’educazione generale alla sostenibilità
  • Scrivi e implementa politiche organizzative sostenibili che affrontano le preoccupazioni ambientali
  • Valutare l’efficacia dei programmi di sostenibilità. Consigliare e implementare miglioramenti secondo necessità
  • condurre ricerche su identificare preoccupazioni, interessi e problemi ambientali
  • Considera le proposte di sostenibilità tenendo conto di fattori come redditività, fattibilità e facilità di integrazione con altri programmi
  • Preparare rapporti per presentare proposte al Direttore Generaleil consiglio di amministrazione e le altre parti interessate
  • Preparare la documentazione richiesta per il finanziamento di progetti per iniziative ambientali, comprese le proposte e le domande di sovvenzione
  • Garantire il rispetto di tutte le leggi e normative ambientali locali, statali e interne

Perché le aziende hanno bisogno di un Direttore della Sostenibilità?

Il ruolo del Direttore della Sostenibilità è ancora relativamente nuovo. Ci sono grandi aziende che hanno già un dipartimento di sostenibilità specifico, altre si preparano a incorporare un CSO e alcune ancora non ritengono necessario questo profilo.

La verità è che mettere la sostenibilità al centro del business è un modo per accelerare il ritmo del cambiamento. Le CSO possono avere un enorme impatto sul business. In effetti, con le aziende di tutto il mondo concentrate sulla sopravvivenza alla pandemia, il loro ruolo è forse più importante che mai.

READ  Gamification: cos'è la Gamification e come funziona?

In primo luogo, le aziende con solide basi di sostenibilità hanno maggiori probabilità di fare bene durante una recessione. Inoltre, coloro che hanno uno scopo aziendale definito, la consapevolezza delle sfide sociali e l’impegno nei confronti degli stakeholder e una cultura collaborativa hanno maggiori probabilità di prosperare a lungo termine.

In sintesi, i vantaggi di mettere la sostenibilità al centro della strategia aziendale sono molteplici. Dall’aumento dei profitti al miglioramento della reputazione dell’azienda e alla sua maggiore probabilità di attrarre e trattenere i talenti.

Profilo di un Direttore o Dirigente della Sostenibilità

I responsabili della sostenibilità sono spesso selezionati da ruoli di conformità ambientale, sanitaria e di sicurezza. A volte sono ingegneri di sviluppo prodotto. Soprattutto nei casi in cui l’innovazione di prodotti sostenibili definisce la strategia di sostenibilità dell’azienda. Come di solito, hanno un background nella comunicazione e affrontano la sostenibilità dal punto di vista della gestione della brand reputation.

La prossima generazione di OSC proverrà probabilmente dalle numerose business school che ora insegnano la sostenibilità. Ma per ora, i pionieri in questo nuovo campo, con i loro diversi background e formazione, stanno plasmando la professione.

A seconda dell’organizzazione e del settore possono avere anche altri titoli come:

  • Responsabile Sostenibilità
  • Direttore Ricerca e Advocacy di Sostenibilità
  • Direttore dell’impegno ambientale
  • Responsabile della Responsabilità Sociale d’Impresa e Sostenibilità
  • Responsabile Sostenibilità
  • gestore verde
  • gestore energetico
  • Direttore del design sostenibile
  • Responsabile Sostenibilità

Quali competenze dovrebbe avere un Direttore della Sostenibilità

Le competenze più richieste per una posizione di Direttore della Sostenibilità, invece, sono:

  • Pensiero creativo: Una delle sue principali responsabilità è trovare modi innovativi per incorporare la sostenibilità nelle operazioni di un’azienda.
  • Comunicazione: Sia attraverso la comunicazione scritta che verbale, devi sapere come trasmettere i tuoi punti chiave in modo conciso, usare un tono professionale e spiegare concetti scientifici in un modo che tutti possano capire.
  • Capacità organizzative: Spesso bilanciate più attività e progetti contemporaneamente, quindi dovete sapere come portare a termine tutto in tempo mantenendo la qualità.
  • Impegno e interpretazione delle politiche: Devono garantire che la loro organizzazione sia conforme alle normative governative sull’inquinamento acustico, sul corretto smaltimento delle acque reflue e sulle pratiche correlate.
  • Rimani aggiornato sulle tematiche ambientali: La sostenibilità e le scienze ambientali sono campi in continua evoluzione. Ciò significa che i dati ambientali e le pratiche di conservazione possono cambiare costantemente.
  • Pensiero critico: Infine, usano le capacità di pensiero critico per aiutarli a valutare le pratiche di sostenibilità esistenti e progettare piani per migliorarle o svilupparne di nuove.
READ  Nuovo regolamento sulla protezione dei dati per le istituzioni educative

Cosa studiare per essere Direttore della Sostenibilità o CSO

Per diventare Direttore della Sostenibilità sarà necessario acquisire conoscenze in materie quali chimica, statistica, biologia, algebra o fisica. Sarà necessario conseguire una laurea. Molti sono specializzati in scienze ambientali, conservazione o sostenibilitàsebbene possano trovarsi anche in campi relativi a:

  • Salute pubblica
  • legge di mezzo ambiente
  • biologia
  • Scienza e tecnologia alimentare
  • Architettura o progettazione ambientale
  • agricoltura sostenibile
  • Energia rinnovabile
  • scienze marine
  • Ingegneria ambientale
  • Climatologia o scienza dell’atmosfera

Dopo aver terminato gli studi per acquisire conoscenze sull’ambiente, in molti casi le aziende spesso chiedono anche un MBA. Questi tipi di programmi forniscono ai professionisti le competenze manageriali di cui avranno bisogno a livello esecutivo.

Stipendio di un Direttore della Sostenibilità

Finalmente, gli stipendi a cui possono accedere i direttori di sostenibilità variano tra gli 80.000 e i 130.000 euro all’anno. Tutto dipenderà da aspetti come il tipo di progetto, la dimensione dell’azienda, l’importanza e la responsabilità della posizione, ecc. Tieni presente che ancora solo uno su quattro fa parte del comitato di gestione. È un profilo che ha ancora molta strada da fare.

Cosa ne pensi di questa professione? Lascia i tuoi commenti e condividi!

E se vuoi diventare un Direttore della Sostenibilità, scopri il MBA in linea da IEBSchool. Capirai, tra l’altro, come funziona un’azienda digitalizzata e sarai in grado di gestirla per progettare strategie di crescita, acquisendo solide conoscenze di modelli di business e organizzativi, tecnologie esponenziali, pianificazione strategica e finanziaria, agilità, marketing, internazionalizzazione e leadership . Noi ti aspetteremo!

Torna su