Alphabet ora è Google. In questo riassunto spieghiamo perché

Alphabet ora è Google.  In questo riassunto spieghiamo perché - riassunto settimanale 14 08 2015

Ancora una settimana le notizie di questa settimana vanno dai miglioramenti nel mondo dei social media alle presentazioni di nuove aziende e sì, Google è dietro “quasi” tutto. Vuoi sapere cosa è successo? Continua a leggere:

Nasce l’alfabeto

Alphabet ora è Google.  In questo riassunto spieghiamo perché - Alphabet Google 1024x426

La sorpresa della settimana nel mondo della tecnologia è stata la nuova creazione dei fondatori di Google; è arrivato Alfabeto voler restare. L’obiettivo di creare questa macro azienda, nelle parole di Larry Pageè poter dedicare del tempo a Progetti ad altre aree di ricerca. Ad esempio, diventeranno aspetti nei settori della salute o dell’innovazione (google glasses). concorrenza di altre aziendedissociandosi da Google.

Nonostante il cambio di nome dell’azienda sia stata una sorpresa per molti, la realtà è che Google riesce a dare una svolta a tutte le sue azioni con questo nuovo nome. La cosa più curiosa è che per trovare l’azienda dobbiamo andare in un dominio totalmente nuovo: abc.xyz. In esso troveremo la presentazione ufficiale di Alphabet con la nota aziendale dell’azienda che accoglie gli utenti. Bisognerà aspettare qualche mese per vedere quali nuove aziende potrebbero emergere dalla mano di Alphabet e cosa accadrà al motore di ricerca più importante del mondo.

L’app di notizie di Facebook

Alphabet ora è Google.  In questo riassunto spieghiamo perché - app di notizie di facebook

Facebook vuole essere un programma di notizie espresso e per questo sta sviluppando un’applicazione di notizie. Tra i progetti avviati nel Facebook per le impresel’azienda sarebbe sviluppare un nuovo servizio che servirebbe per inviare notifiche agli utenti sul notizia notizie del giorno, qualcosa per contrastare gli sforzi di Twitter per essere una fonte principale per la stessa cosa.

READ  Víctor Manrique, organizzatore GSM: «La Spagna è pioniera nella gamification»

Come altre app di notizie (lavagna a fogli mobili) questa applicazione consentirà agli utenti di personalizzare le notizie, brevettare il modello di visualizzazione delle pubblicazioni, nonché di collegarsi direttamente al sito Web in cui si trova la notizia esatta. C’è ancora molto per questo nuova app vedere la luce, tuttavia possiamo già iniziare a vederne alcune prove in rete.

Chat su Twitter

Alphabet ora è Google.  In questo riassunto spieghiamo perché - logo twitter

Twitter lo aveva già annunciato qualche tempo fa, ma questa settimana è diventato ufficiale: il limite di 140 caratteri dei messaggi diretti scompare.Con questa iniziativa, la rete di microblogging più utilizzata al mondo intende fare i conti con le numerose perdite di utenti che ha avuto negli ultimi anni. Tuttavia, c’è sempre stata polemica sull’estensione del numero di caratteri sul web, ma dalla stessa azienda assicurano che i messaggi diretti avranno una nuova utilità.

Da Twitter vogliono diventare una chat privata come altri servizi di messaggistica come facebook messenger o whatsapp, che considerano il loro principale concorrente e a cui danno la colpa a discapito dell’utilizzo del social network. Resta da vedere cosa pensano davvero gli utenti dell’estensione del carattere, ma questi messaggi diretti verranno davvero utilizzati così intensamente?

I droni e il loro spazio aereo

Alphabet ora è Google.  In questo riassunto spieghiamo perché - logo amazon RGB 1024x375

amazzone ha proposto questa settimana di chiudere uno spazio aereo ad uso esclusivo dei suoi Droni; questo è che i dispositivi possono operare in cielo in modo autonomo e senza alcun pericolo. L’iniziativa mira a poter consegnare gli ordini nelle zone residenziali delle città nel più breve tempo possibile. Per fare ciò, questi dispositivi necessitano di uno spazio aereo libero e ininterrotto.

Anche se questa è solo una proposta, vogliamo sapere cosa ne pensi di Amazon che vuole iniziare a monopolizzare l’aria in questo modo e se lo vedi fattibile nel prossimo futuro. Non dimenticate di condividere il post se vi è piaciuto e buon weekend a tutti!

READ  Lezioni dalla storia di Apple: 40 anni di successi
Torna su