Innovazione bancaria e valutaria Dove si nasconde l’innovazione sistemica?

Abbiamo tutti sentito parlare del innovazione nel settore bancario. Sia la digitalizzazione che la globalizzazione stanno interessando anche questo settore molto tradizionale. Non è che siano stati loro i primi a cavalcare l’onda, il denaro è una questione su cui è meglio procedere con cautela (se fossero d’oro, ancora meglio), perché costituisce l’infrastruttura per altre attività economiche. In questi giorni stiamo assistendo alla nascita delle cosiddette Fintech, innovatrici della tecnologia finanziaria, come indica il suo nome. Lì abbiamo le modernizzazioni legate ai pagamenti, ai big data o ai Big Data, e chi non conosce Bitcoin?

Se lo vediamo dal punto di vista degli attori dell’ecosistema dell’innovazione, Possiamo vedere qualcos’altro? Forse anche qualcosa di più dirompente e più sistemico.

Innovazione nel settore bancario: chi, come e dove?

Applichiamo il modello dinamico con la prospettiva multilivello dell’elica dell’innovazione. È un’illustrazione del processo che di solito viene eseguito in lunghi cicli, di diversi decenni in puro stile Kondratieff.

elica dell’innovazione

In questo modo abbiamo gli attori come:

  • governo (i cosiddetti organismi internazionali di vigilanza e regolamentazione, nonché le banche centrali)
  • settore bancario (banche vigilate ed enti finanziari sprovvisti di licenza bancaria, ma anche shadow banking… dei circuiti regolatori)
  • Università e business school con le loro idee e teorie (grazie a questo post sul blog)
  • Partnership con le loro comunità e, naturalmente, il mantra tanto necessario dei nostri tempi: l’ambiente.

Gli attori interagiscono, competono e collaborano, facendo dell’innovazione un atto di intelligenza collettiva (o stupidità), influenzando e subendo l’impatto dell’ambiente in cui l’innovazione avviene.

Innovazione bancaria e valutaria Dove si nasconde l'innovazione sistemica?  - w5F8rgyAGS9FpNRGF zfOykFdmhueg7ZoulwWBGR7NDG0te5ofLskkSxB9 YxNPGgJsiDIHcZSU8Ps1yUwdGInQWPXyYtt0UtuA9bNOK69vRRvF7zA2gMB3 9wUM 0rgP5yHyI2hjTMn9ecOtQ

Quando guardiamo questo diagramma di struttura tradizionale, le proporzioni non dovrebbero essere prese in considerazione, perché il sistema bancario ombra associato alla domanda di M4, suppone più del 120% del PIL mondiale (dato FSB), dove la moneta M1 legata all’economia reale è solo del 4-6%. E il nocciolo della questione è in quale parte alimenteranno le innovazioni?Ad esempio, la Bilancia di Facebook e il dilemma del Congresso degli Stati Uniti vanno in questa direzione.

READ  Tendenze in finanza e tecnologia 2022

L’area governativa prevede regolamenti, che stanno avanzando, presumibilmente iniettando maggiore stabilità e fiducia, ma anche aumentando i costi di implementazione in sistemi che hanno bisogno di dimensioni per sostenersi e, inoltre, aumentare le barriere all’ingresso di nuove iniziative. Meno competitività, meno flessibilità, più fragilità nel lungo periodo. Risoluzioni a problemi di liquidità, come tassi di interesse più bassi tra l’altro, tolgono il valore del tempo dall’equazione e provocano ancora una volta l’erosione della base di profitto per il settore. Stabilità a breve termine e per quanto riguarda la sostenibilità a lungo termine? Quid pro quo?

Tecnologia: un punto chiave nell’innovazione del sistema bancario tradizionale

Il Sistema Bancario risponde alle esigenze dell’impresa che, se è già riuscita a introdurre le normative e le riserve necessarie, punta sulla competitività. Le innovazioni vengono annunciate con grande sfarzo e cerimonia, e nel processo viene coperto il cosiddetto deficit tecnologico dei sistemi legacy delle banche.

Come obiettivo finale, le Fintech di successo stanno gonfiando le Big Tech, FAANG (Facebook, Amazon, Apple, Netflix, Google), che sono davvero i competitor più temuti per settore. Ci sono anche le questioni della biometria, della cybersecurity, ma questa è la guerra dei sistemi informatici in generale, e non solo bancaria. Sembra che si tenga sempre più conto della ‘transizione ecologica’, non si tratta più di finanziare lo sviluppo delle energie rinnovabili, la rivelazione è smettere di finanziare l’energia che non lo è, come avviene nel settore petrolifero o carbone.

Il mondo accademico e la società sembrano rendersi conto di cosa comporta la cosiddetta epoca dell’Antropocene, con il suo impatto perverso sull’ambiente. Non è solo il finanziamento dell’economia insostenibile, è l’impatto prociclico dell’attività bancaria priorità strategiche, soprattutto in tempi di crisi. È dimostrato che portano più disuguaglianza e si concentrano su questioni ‘urgenti’, l’emergenza ambientale viene lasciata a livello di dichiarazioni di buone intenzioni, senza mettere in moto proposte sistematiche.

READ  Che cos'è il TTIP e quali effetti ha per le aziende e i lavoratori negli Stati Uniti e in Europa?

E adesso dove sono le prospettive promesse per l’innovazione in valuta? Diamo prima un’occhiata ad alcuni concetti chiave che ci consentono di strutturare l’argomento. Pertanto, ricorderemo a noi stessi con il grafico seguente, cosa intendiamo per denaro? Almeno, quello che tradizionalmente comprendiamo.

Innovazione bancaria e valutaria Dove si nasconde l'innovazione sistemica?  - N7bXhQkGcLWQ9ikf4TFol9s6jFNkq1gs npaKNKO84XlLBmfPpACX0Pczl2nZL rJiWcKCthEtCfA W 0zwD BYEFZ CbcTIm2IWhAlFyljdYqZhv8PiVP7lF4ZwFxMruzMpFFuZahtwJ38aZA

E quali sono le proprietà del denaro?

Innovazione bancaria e valutaria Dove si nasconde l'innovazione sistemica?  - vgnemZOn9jiJ8KpZpGYQEyaTZ6WkytoMSPYeDfWkbr0IPgtISK2wGnC1THTAwIa tCHK79htxFgTfqvC2fRo8J9prKoPh NCgT Yn0qBOuzgZPnm0UhHzQcwr20vRUVTwVb11TRrs5Q6xdP1tQ

Di conseguenza, le forme di denaro si sono evolute.

Innovazione bancaria e valutaria Dove si nasconde l'innovazione sistemica?  - 1fqfRfS WAnnBZU53FdLkevTv0StZfdv1x9Z0d2mIwd9EojTlKk1EesHu7ShpXGCqZ3 d1ZUKraZbTrb AxzuUlloL5 380mlGIDA8eQtQ4NDHRnWHPyQUZTWAWkmyfwjfnuclJDdP1VsSBsZw

La differenza tra moneta metallica e simbolica è se è supportata dall’oro. All’interno della valuta digitale ci sarebbero le criptovalute, sostenute e estratte grazie agli algoritmi. Un passo avanti, ci sono proposte rivoluzionarie per estrarre le emissioni, attraverso una valuta basata sul sequestro del carbonio dall’atmosfera. Le forme di denaro coinvolgono gli attori che emettono o che possono emettere denaro, nelle loro diverse forme di materialità.

Innovazione bancaria e valutaria Dove si nasconde l'innovazione sistemica?  - 9RkXFjLHAHHtCxaauRzpyZwiU8VKl0u3Ooh2GKwLzeQSbO o3 Te el3JkUCKf UvB5vTdUKBh VXpybhMXLky7vrEFolBB19 mJl yQUZ8AcGxXJcNGeP6SdaK 5YT89FB42WBK7CZSV846Q

Con questa scatola (e concetto) torniamo alla promessa iniziale, perché collega gli attori dell’elica dell’innovazione con l’innovazione sistemica del settore bancario e valutario.

Per ora, la questione è incentrata sulla Banca, che per un motivo è Centrale. Grazie all’avvento della tecnologia diventa possibile l’emissione di valuta digitale da parte delle banche centrali. Questa possibilità è in fase di revisione come opzione in Svizzera, Cina e altri paesi. Quindi, in linea di principio, potremmo tutti avere il nostro conto presso la Banca Centrale, con lo spostamento che ciò comporterebbe.

Inoltre, alcuni sostengono un’entità globale. Sperimentando con la blockchain, le banche private sono allettanti con le loro valute digitali. E anche le aziende, tornando a Libra di Facebook, ovvero con il tema delle ICO (Initial Coins Offerings) che sarebbero un’alternativa all’Offerta Pubblica di Vendita con IPO e scambio di denaro (in questo caso token) per Actions. E qual è di nuovo il nocciolo della questione? Ebbene, prosegue con la responsabilità della responsabilità e, in generale, della gestione (democratica?) del processo e della distribuzione dei benefici.

READ  Dal contante ai nuovi mezzi di pagamento digitali

Conclusione

Tutto questo, sulla moneta globale. Tuttavia, un campo di battaglia, non meno rilevante, è in gioco, con formule diverse, valute dette complementari, locale, sociale Questi Inoltre, le monete non devono essere necessariamente scarse e, spesso a causa della loro rapida perdita di valore, invece di alimentare la concorrenza, incoraggiano la collaborazione. I benefici non sarebbero concentrati tanto in un centro emittente lontano, ma nella comunità stessa.

Queste proposte potrebbero aiutare a ricostruire un sistema bancario che sostiene e incoraggia lo scambio di valore (non tanto speculativo), più robusto, più efficiente in termini di distribuzione degli utili e quindi più resiliente e molto più sostenibile. Come direbbero i metamoderni, devi aprire la tua mente e “passare attraverso per conoscere” e provare. Se vuoi saperne di più, consulta l’articolo (in inglese).

Saresti interessato a specializzarti o ad approfondire il mondo della finanza? Allora ti consigliamo questo Master in Blockchain e Fintech con il quale conoscerai le basi di queste nuove modalità di pagamento e finanziamento, per applicarle all’interno di qualsiasi attività.

Se ti è piaciuta questa riflessione sull’innovazione nel settore bancario, non esitare a condividerla!

Torna su