Banca digitale vs banca tradizionale: differenze e opportunità

Non c’è dubbio che l’irruzione del digitale non è più solo un cambiamento nei modi di vivere, ma un suo progresso. L’attività bancaria tradizionale non può più essere mantenuta se non aggiorna i propri servizi e non si adegua alle richieste dei profili dei consumatori sempre più digitalizzati. Tecnologie come i Big Data o il Cloud fanno già parte di nuovi modelli di business che hanno reso il settore bancario più aggiornato che mai. Non perdere tutte le chiavi in ​​questo post sulle differenze tra banca digitale e banca tradizionale.

Potrebbe piacerti anche: I profili più richiesti nel settore bancario e finanziario

Possiamo vederlo con l’aspetto del blockchain onde fintech e in azioni semplici come effettuare pagamenti con un leggero movimento sul cellulare. Di conseguenza abbiamo una modernizzazione del settore che facilita transazioni più veloci e molti altri vantaggi. Ma perché le banche tradizionali sono in ritardo? Il
direttore di Master in Finanza e Digital Banking Raul Jaime Maestre ci dice le chiavi di questo cambiamento.

Differenze tra banca tradizionale e banca digitale

È chiaro che il banking ha subito nel tempo molti cambiamenti, ma ora siamo in un momento importante, in cui dobbiamo cogliere le opportunità che il digital banking ci offre, sia per le imprese che per i consumatori. Queste sono le loro principali differenze secondo Maestre:

#1 La posizione del cliente. Secondo il nostro esperto, “con l’aumento del numero di persone che hanno accesso a Internet, la maggior parte dei clienti che utilizzavano i servizi bancari tradizionali sono passati ai servizi di banca virtuale o è successo che ha sostituito il suo banca con a fintech”. Non c’è dubbio che il digital banking stia guadagnando sempre più peso nel mercato finanziario, motivo per cui stanno catturando più clienti e più quote di mercato. Pertanto, la principale differenza è che il banking tradizionale scommette sul cliente che utilizza libretto e contanti e che si reca alle filiali della banca, mentre il cliente digitale utilizza le ultime tecnologie e non ha bisogno di viaggiare per effettuare transazioni.

# 2 Due tipi di supporto. Mentre il cliente online opta per il supporto digitale, il cliente tradizionale utilizza le filiali della banca per interagire con la banca. Il principale vantaggio dell’online banking è la sua disponibilità 24 ore su 24, 7 giorni su 7, che rende il cliente tradizionale più limitato nel tempo e nello spazio

READ  Differenze nei pagamenti con Visa, Mastercard o Portafoglio Cryptocurrency

#3 Maggiori vantaggi nelle aziende Fintech. Maestre afferma che “tra i principali vantaggi comparativi del digital banking rispetto al banking tradizionale c’è il comfort, la velocità e la facilità di gestione. L’attività bancaria tradizionale, invece, è a favore di un servizio clienti personalizzato, anche se spesso svolge una funzione più commerciale che di consulenza”.

# 4 La modalità di accesso. Ogni tipo di banca utilizza alcuni dispositivi, il modo per accedere al finanziamento in entrambi i tipi di banca è diverso. Mentre nel formato digitale i clienti possono, ad esempio, richiedere un prestito dal proprio computer o tablet, il cliente tradizionale dovrà farlo in filiale. “Lo svantaggio principale è che, sebbene possiamo farlo da qualsiasi dispositivo mobile, le condizioni dei prestiti sono le stesse come se lo gestissimo da un ufficio bancario”, afferma Maestre.

#5 Consultazione nei movimenti del conto. Nel banca tradizionale i clienti consultano il saldo, lo storico o i bonifici attraverso le casse delle loro carte mentre si trovano nel banca digitale possono consultare i propri dati in qualsiasi momento con un paio di click, oltre ad avere la possibilità di scaricare le operazioni.

I vantaggi del digital banking

Pur avendo evidenziato le differenze, è importante sapere perché scegliere il digital banking e il modo migliore è conoscerne i vantaggi.

  • Offre trasparenza e stampa meno fine durante l’esecuzione delle procedure. Il fatto di contrarre i servizi tramite Internet richiede che le condizioni e i contratti siano sul web o sull’applicazione mobile e, allo stesso tempo, siano più chiari e concisi rispetto a uno sportello bancario tradizionale, in modo che l’utente non abbia la necessità per utilizzare un ufficio o chiamare un numero di telefono.
  • Ti consente di eseguire procedure tramite Internet. Gli utenti risparmiano passando per l’ufficio e, quindi, le diverse procedure possono essere eseguite rapidamente tramite un dispositivo mobile o un computer.
  • Il banca digitale Non ha orari, cioè 24 ore su 24, 7 giorni su 7, poiché tutte le procedure vengono svolte tramite Internet, non esiste un programma per eseguirle.
  • Meno commissioni o almeno quasi inesistenti rendono le banche digitali una buona opzione per gli utenti che desiderano risparmiare sulle spese di manutenzione o amministrazione.
  • Attenzione agli utenti 24 ore su 24. Sebbene non abbiano un’attenzione faccia a faccia come negli uffici fisici, la maggior parte delle volte banche digitali hanno numeri di servizio clienti o e-mail in modo che gli utenti possano contattare la banca ogni volta che ne hanno bisogno.
READ  9 chiavi per mantenere in salute le finanze della nostra azienda

L’influenza del digitale nel settore bancario

Il digital banking ha influenzato la crescita del settore bancario nei seguenti modi:

  • Nuove esperienze: il digitale ha cessato da tempo di essere un concetto teorico per diventare realtà. Così, allo stesso modo in cui gli utenti consultano i loro profili social o e-mail ogni giorno, gli utenti si sono adattati al interazioni digitali negli enti bancari. La sfida principale è che il nuovo paradigma è che gli enti bancari dovranno convivere per molti anni con due diverse tipologie di clienti, fisici e digitali, ai quali devono offrire gli stessi servizi e prestare la stessa attenzione.
  • Fintech: negli ultimi anni le startup con una componente tecnologica hanno fatto irruzione nel settore finanziario, sfruttando le nicchie di mercato tra le nuove esigenze degli utenti e i servizi, spesso obsoleti, offerti dalle banche tradizionali. Tuttavia, nonostante ciò che può sembrare, le banche tradizionali non percepiscono l’ingresso dei fintech come una minaccia, quanto piuttosto come un’opportunità per imparare e migliorare i propri processi.
  • Cultura interna: dagli anni ’90, la maggior parte delle istituzioni finanziarie dispone di servizi di Internet banking attraverso i quali gli utenti possono accedere a parte del proprio portafoglio prodotti. Negli ultimi anni però questo processo di digitalizzazione ha subito un’accelerazione e non basta più avere un portale web o un’applicazione per smartphone. Va quindi al di là dell’adeguamento tecnologico dell’attività bancaria tradizionale, poiché la costringe a un profondo cambiamento del modello operativo, poiché per fare le cose diversamente le banche devono fare le cose in modo diverso.
  • Automazione dei processi: l’automazione consente di eliminare le attività manuali e ripetitive, migliorando l’efficienza e, infine, cercando di ridurre i costi per aumentare i margini di profitto.
  • Aree geografiche diverse nell’utilizzo del digital banking: nell’ultimo decennio è in corso un processo di trasformazione a livello globale con una chiara visione nei confronti dell’utente finale, tuttavia ci sono grandi differenze a livello geografico. La velocità del mercato in Polonia non è sostenuta dai mercati latinoamericani, che presentano un’enorme disparità.
READ  Le caratteristiche degli Hedge Fund, fondi di investimento speculativi

Sfide bancarie digitali

“Gli utenti sono diventati il ​​fulcro di qualsiasi servizio, beneficiano di una gamma di prodotti sempre più ampia, più vicina e con una maggiore conoscenza delle loro reali esigenze”, afferma Maestre.

Per l’esperto, le entità bancarie hanno aperto spazi per l’innovazione dirompente, ascoltando le aziende innovative. “Il settore bancario si sta connettendo con i suoi utenti, conoscendo le loro esigenze sulla base di una maggiore analisi di dati e informazioni e può essere maggiormente applicato nell’offrire un servizio migliore nel digital banking”, aggiunge.

Allora, qual è l’obiettivo del digital banking? Maestre assicura che il suo obiettivo principale è sfruttare le tecnologie dell’informazione. “Ciò ha portato all’uso di alternative FinTech e persino alla tecnologia Blockchain, nonché all’uso di diverse API”.

Un’altra delle principali sfide del settore bancario è rendere completamente digitale il ‘Customer Journey’ dei propri clienti, poiché il vantaggio principale è il risparmio sui costi.

Come sfruttare le opportunità del digital banking

“Il banca digitale deve costruire una connessione emotiva con i nostri clienti attraverso i media digitali, poiché questo tipo di entità bancaria deve far sentire i suoi utenti importanti”, afferma l’esperto.

D’altra parte, il digital banking deve offrire un’esperienza 2.0 ai suoi utenti. “La connessione emotiva con gli utenti deve essere qualcosa di fondamentale per coltivare relazioni profonde, l’esperienza digitale non va dimenticata”, aggiunge.

Un’altra parte importante per l’esperto è l’uso responsabile dei dati dell’utente. “È importante utilizzare i big data e l’apprendimento automatico per massimizzare l’esperienza dell’utente, ma in un modo che non sia percepito come invasivo, poiché gli utenti dovrebbero sentire che la loro privacy è nelle migliori mani”, conclude.

>

Vuoi imparare a sviluppare modelli di business adattati ai cambiamenti tecnologici in Fintech? Non perdere il Master in Finance e Digital Banking e allenati con i migliori esperti del settore.

Torna su