Bootstrapping: come avviare un’impresa con le nostre risorse

L’attuale situazione economica ha generato nuovi canali di finanziamento alternativi per gli imprenditori come il crowdfunding o il crowdlending. Non ottenere investimenti fa sì che molti abbandonino le proprie idee, dimenticando così che possono realizzarle attraverso le proprie risorse. È ciò che è noto come bootstrap.

Indice dei contenuti:

Sebbene ci siano attività che richiedono un investimento iniziale significativo, come un ristorante, oggi è facile avviare un’attività online con pochi mezzi. Scommesse bootstrapping su questo: creare un business dai nostri risparmi e dal reddito che otteniamo dalla tua attivitàcioè dalle vendite.

Possiamo partire da zero e iniziare a vendere i nostri prodotti online senza la necessità di un grande negozio virtuale. Piattaforme come eBay offrono servizi alle aziende che vogliono commercializzare i propri prodotti e servizi. Se optiamo per questa opzione, testeremo se la nostra attività funziona e in seguito saremo in grado di creare il nostro sito Web grazie alle vendite.

Cos’è il bootstrap?

Questo termine, divenuto di moda negli Stati Uniti a seguito della crisi economica mondiale, non è però una novità. Molti imprenditori hanno scelto di creare la propria impresa a poco a poco senza richiedere finanziamenti esterni, in modo da garantire il controllo totale della propria azienda.

Il bootstrapping si riferisce al start-up senza molte risorse. Si tratta di scommettere sulla tua idea imprenditoriale e di venderla dal primo momento. Se abbiamo conoscenze in finanza, sarà molto più facile raggiungerle. Ottenere finanziamenti garantisce il successo aziendale? I clienti sono il motore di ogni attività e attraverso questa pratica possiamo mettere in pratica le nostre idee e svilupparle e migliorarle gradualmente. Se finalmente ottieni il supporto dei clienti, possiamo iniziare ad espanderci.

READ  In cosa consiste e cosa cambia la nuova legge sulle startup?

Vantaggi e svantaggi del bootstrap

Questo è uno dei principali vantaggi di boostrapping ma non è l’unico:

  • Alternativa alla difficoltà di accesso ai finanziamenti esterni.
  • Non dipendi da terze parti. Oltre ad essere colui che controlla in ogni momento la direzione della tua attività, non dovrai dividere i benefici e potrai innovare secondo ciò che ritieni opportuno. Né dovrai capitali a nessuno, eliminando così una delle principali preoccupazioni degli imprenditori.
  • Apprendimento. Partendo da zero e lanciando il tuo prodotto il prima possibile, potrai scoprire se stai davvero risolvendo un’esigenza e quale linea di business dovresti seguire per attirare più clienti. Puoi anche migliorare costantemente il prodotto o il servizio.
  • Targeting. Meno hai, meno puoi spendere. Un errore comune tra gli imprenditori è cercare di coprire molte cose nella prima fase e lasciarle quasi sempre a metà. Non avendo molte risorse, ci concentriamo su priorità e spesa.
  • incoraggiamento della creatività. Con poche risorse, dovremo innovare per ottenere lo stesso risultato che otterremmo se avessimo più capitale.

Naturalmente ne presenta anche alcuni inconvenienti. Abbiamo già detto che questa pratica non è rivolta ad aziende che richiedono un investimento iniziale significativo. Inoltre, non disponendo di finanziamenti esterni e puntando sul lancio del prodotto per generare reddito, il periodo di maturazione nella creazione e sviluppo di questi è più breve. Né possiamo svolgere quelle operazioni commerciali che ci richiedono un margine finanziario.

Storie di successo bootstrap: Goldstar

Anche se la teoria va bene, il bootstrap può essere messo in pratica e avere successo? Sì, e il miglior esempio di questo si trova nell’azienda stella d’Orodedicato alla vendita di biglietti online.

READ  15 media per imprenditori che dovresti conoscere

I suoi tre fondatori, Rich Webster, Jim McCarthy e Robert Graff, sono riusciti a ottenere più di un milione e mezzo di abbonati con un capitale iniziale di soli $ 1.000 ($ 800 da un prestito e $ 200 dalle sue stesse tasche). L’idea è nata verificando come, pur regalando i biglietti, molti teatri non riuscissero a fare il pieno. Così hanno visto un’opportunità e hanno deciso di creare una società nel 2001 che vendesse i biglietti a metà prezzo per attirare più pubblico verso spettacoli meno conosciuti.

Da quel piccolo investimento ad oggi, Goldstar è cresciuta in modo significativo; L’azienda conta più di 4.000 partner nel mondo dello spettacolo e biglietti per più di 900 spettacoli diversi, che la rendono uno dei punti di riferimento del settore.

Altri esempi di grande aziende che hanno iniziato con pochissime risorse Loro sono microsoft, Facebook, Manzana o hp. Ad esempio, alcuni di questi, come Apple, avevano la loro prima sede in un garage. Oppure HP, nata quando due giovani studenti universitari William Reddington Hewlett e David Packard iniziarono a lavorare su un oscilloscopio, il loro primo prodotto, investendo 538 dollari.

Vuoi essere la prossima storia di successo? Se hai già l’idea, il bootstrap potrebbe essere la soluzione per l’avvio. In Tektanksupportiamo gli imprenditori offrendo loro tutti i modi e le pratiche per raggiungere il successo aziendale. Cerchi una formazione per avviare un’impresa? Consigliamo il Master in Digital Business e Lean StartUp. Abbiate il coraggio di fare il passo!

Torna su