El futuro del Periodismo es digital - digital periodismo

Il futuro del giornalismo è digitale

Il giornalismo è stato messo in discussione molte volte: o per interessi di parte, o per interessi economici, o per semplice disinformazione e negligenza. Tuttavia, l’accusa più pesante è quella è destinato a scomparire a giudicare dallo stato deplorevole di giornali, radio e televisioni. In questo articolo non solo negheremo che la professione sia sull’orlo della morte, ma lo dimostreremo il futuro del giornalismo è assicurato e che, inoltre, è digitale.

La guerra dei due media della grande maggioranza: Televisione vs Internet

Secondo l’ultimo riassunto del General Media Study, la televisione rimane il mezzo preferito dai consumatori seguito sempre più da vicino da Internet. Come abbiamo già commentato in un altro articolo, per la prima volta ci siamo andati più di 100 minuti al giorno connessi alla reteprincipalmente per informarci attraverso i social network e i media.

Un altro fatto che l’EGM rivela anche è che oggi il comportamento dei consumatori è completamente cambiato quando si tratta di consumare contenuti. Possiamo stare seduti sul divano a guardare un programma televisivo e allo stesso tempo twittare tutto ciò che sta accadendo grazie all’hashtag posizionato nella parte superiore dello schermo. In questo modo, la televisione ha saputo sfruttare l’era 2.0 facendo partecipare gli spettatori tramite Twitter e offrendo loro la possibilità di vedi i programmi on demand attraverso il tuo sito web. Sicuramente questa capacità di adattamento ha fornito alla televisione un valore aggiunto sufficiente per continuare ad essere il mezzo maggioritario nel nostro Paese.

Un buon esempio di visione del futuro è La Sexta, che ha implementato un canale Youtube molto completo e che consente di ottenere una buona esperienza utente. La catena ha deciso di caricare sul social network alcuni dei video più importanti (sia informativi che di intrattenimento) in a formato facile da usaretra 2 e 5 minuti e con a alta qualità dell’immagine e del suono.

READ  Passa al digitale o muori: particolarità e profili professionali dei media digitali

Mentre la televisione continua a bilanciare tra il piccolo schermo e il web, ci sono altri media tradizionali che stanno ancora cercando di adattarsi all’era 2.0alcuni con più successo di altri.

Il fallimento della carta

Come accennato, l’EGM ha messo in chiaro che i giornali cadono sempre di più negli indici di consumo. Quali sono le cause del declino? Anche se la chiave è senza dubbio l’irruzione di internet, potremmo dire che i giornali non hanno saputo fare nulla per placare il colpo di stato. Se prima commentavamo l’adattabilità che i canali televisivi hanno dimostrato, nel caso della carta è stato piuttosto il contrario: Ora possiamo leggere i giornali attraverso Internet, ma il loro modello di business non è cambiato.

La chiave del successo delle nuove Startup e dell’e-commerce è stata in gran parte l’innovazione e la capacità di monetizzare determinati modelli di business per raggiungere la redditività in modi completamente nuovi. In questo senso, i giornali tradizionali, abituati a ricevere denaro in cambio di un pezzo di carta, in molti casi si aspettano anche che gli utenti si prendano la briga di pagare per leggere i contenuti online. Quello che stanno dimostrando perdendo popolarità è questo gli utenti non sono abituati o vogliono pagare per consumare contenuti tramite Internet. A questo punto possiamo pensare che il grosso problema dei giornali sia che sono stati legati a un supporto obsoleto come la carta e che non sono stati in grado di trovare un nuovo modello di business affinché l’azienda sia realmente redditizia tramite Internet.

Decisivo, d’altronde, è stato anche il cambio di mentalità generazionale. Come possiamo vedere nel grafico EGM, riscuotono particolare successo i giornali con un pubblico tra i 40 ei 50 anni, abituato al supporto cartaceo. Al contrario, Internet attrae i giovani nati nell’era digitale e sono abituati a consumare contenuti in modo massiccio e gratuito.

READ  Consolidiamo la nostra presenza in Messico grazie all'alleanza strategica con IUV

Il futuro del giornalismo è digitale - Il futuro del giornalismo

Uno dei media che ha saputo cambiare rotta è stato El Público, mezzo che nasce come giornale cartaceo ma che ha deciso di rassegnarsi e continuano ad esistere solo in formato digitale a partire dal 2012. È interessante notare che, e secondo i dati attuali dell’OJD, El Público ha più visite al suo sito Web rispetto a molti altri media generali che esistono anche sulla carta.

Giornalismo e Social Network

Il fenomeno dei social network ha permesso al giornalismo di bere in molti casi di notizie che vi si trovano. Non è strano che Twitter, il re dell’immediatezza, è fonte di molti articolispesso con politici.

Uno dei migliori contributi di Twitter al mondo del giornalismo è proprio che i giornalisti possono incontrare personaggi pubblici che altrimenti potrebbero essere inaccessibili. Un buon esempio è la colluttazione che il giornalista Jordi Évole ha avuto con il sindaco di Badalona Xavier García Albiol durante la campagna elettorale per le elezioni comunali di quest’anno. Nello specifico, Évole ha criticato un manifesto elettorale di Albiol per essere, come ha detto, “ambiguo” e per fare riferimento all’immigrazione senza nominarla con lo slogan “Pulizia Badalona”. Dal canto suo, Albiol ha risposto che non c’era tale ambiguità ed entrambi si sono scambiati alcuni tweet discutendo il messaggio elettorale. alcuni mi media hanno fatto eco alla questionecome è successo anche in molti altri casi.

Un buon esempio del potere che Twitter ha all’interno del settore della comunicazione è lo studio condotto da Burson Marsteller in cui si analizza chi sono i giornalisti più influenti per i politici spagnoli.

Il futuro del giornalismo è digitale - test 1

È bene riflettere su ciò che accade su Twitter fintanto che lo è rilevante e degno di nota, come nel caso della discussione tra Évole e Albiol. In altri casi, va differenziato se alcune affermazioni sfortunate sono il motivo per fare un articolo o potrebbero essere semplicemente citate come qualcosa di aneddotico. A volte i media sono accusati di dare troppo clamore ai social network e dimenticando di fare un vero ricercaprobabilmente perché sono argomenti abbastanza divertenti e attirano molta attenzione senza dar loro alcun tipo di approfondimento.

READ  Quali sono le previsioni e i trend di comunicazione per il 2022

Il futuro del giornalismo: i media nascono digitali

Come abbiamo visto, Internet sta guadagnando terreno sui media tradizionali, nonostante le critiche ricevute alcuni anni fa dai media digitali per la scarsa credibilità. Oggi gli utenti si fidano dei media online più di qualsiasi altra pagina web, il che è un chiaro segno il futuro del giornalismo risiede nell’ambiente digitale.

Ci sono alcuni media, come ElDiario.es, che sono nati in risposta a una chiara esigenza: avere un media online e indipendente.

In conclusione, potremmo dire che anche se l’ambiente digitale è essenziale per il corretto funzionamento del giornalismo, non è il più importante. La chiave per una buona pratica nella professione non è il supporto in sé, ma ciò che è veramente importante lo è fornire informazioni di qualità, rigorose e accessibili, secondo le nuove abitudini di consumo. Se sei interessato a tutto ciò che ha a che fare con il giornalismo e le nuove tendenze nei media digitali, ti consigliamo di dare un’occhiata al Diploma post-laurea Tektankin Digital Marketing e Community Management. E se hai trovato interessante questo articolo, non dimenticare di condividere!

Torna su