10 consejos para evitar carritos de compra abandonados - carritos de compra abandonados

10 consigli per evitare i carrelli abbandonati

Secondo i nostri dati, l’attuale tasso di abbandono scolastico è tra il 95% e il 98%, a seconda del settore di appartenenza dell’impresa. Ed è che, da quando l’e-Commerce ha iniziato il suo viaggio, i carrelli della spesa abbandonati continuano ad essere uno dei sfide principali da affrontare e superare. Quindi cosa possiamo fare per cambiare il futuro dei nostri negozi online?

Articoli correlati:

In questo articolo ti offriamo il strumenti necessari ottimizzare il tasso di abbandono e ridurlo il più possibile. Ma prima atterreremo il concetto di abbandono.

Che cos’è esattamente l’abbandono in un e-commerce?

abbandono si verifica quando un utente online inserisce articoli nel carrello degli acquisti ma poi lascia il sito Web, abbandonando il carrello prima di completare l’acquisto.

Per calcolare la tasso di abbandono del nostro commercio online, dobbiamo semplicemente farlo dividere il numero totale di transazioni completate con successo per il numero totale di operazioni avviate. Questi dati corrispondono alla percentuale di acquirenti online che hanno provato ad aggiungere articoli ai rispettivi carrelli ed effettuare l’acquisto, ma non hanno completato il pagamento.

[Tweet «Toma nota de estos 10 consejos para reducir el abandono de los carritos de compra en una e-Commerce»]

10 consigli per ridurre i carrelli abbandonati

Prendi nota dei 10 suggerimenti a cui portiamo ridurre il tasso di abbandono e aumentare le vendite:

# 1 indicatore di avanzamento

Sicuramente conosci la sensazione di essere in un negozio online e di esserti chiesto il tuo segno zodiacale prima di effettuare l’acquisto. Tutte quelle richieste senza senso prolungare il processo di pagamento e dovrebbe essere evitato in qualsiasi esperienza online. Uno dei modi migliori per farlo è posizionare un indicatore di avanzamento su ogni pagina della canalizzazione di vendita.

READ  50 consigli di marketing per l'e-commerce

Mostrando chiaramente i clienti dove si trovano nel processo di acquisto, stiamo eliminando la preoccupazione che un acquisto da noi richiederà per sempre. Inoltre, dà agli utenti la sensazione che il processo sia sta per finireaiutando a rimuovere l’ambiguità e rendendo il lo sviluppo è chiaro e facile capire.

L’indicatore di avanzamento dovrebbe avere il meno passaggi possibile. Come per qualsiasi altro elemento, vale la pena apportare delle variazioni con il test AB, prima di prendere qualsiasi decisione.

#Due chiamare all’azione

Molti siti non includono CTA nel loro pagine di pagamento. La “logica” alla base di questo sembra essere l’assunto che se un cliente aggiunge un articolo al carrello, non ha più bisogno di alcun incentivo per acquistarlo. Niente è più lontano dalla realtà. Le pagine di pagamento sono perfette per la localizzazione CTA forti e chiari che supportano la decisione di completare l’acquisto.

Una CTA dovrebbe includere a messaggio coerente con il resto dei materiali e delle copie del nostro sito. Ricordiamoci che l’obiettivo di tutto questo è offrire a esperienza perfetta e continua dalla scoperta del prodotto all’acquisto. L’idea è di evitare parole e verbi ambigui come “Continua” e utilizzare quelli più attivi e imperativi.

#3 Miniature e stock

Quando acquistiamo qualcosa in un negozio fisico, possiamo vedere e toccare l’oggetto. Questo non è il caso dell’e-commerce. Includendo le immagini in miniatura dei prodotti nel carrello del cliente, non solo li aiutiamo ricordare cosa stanno comprando ma anche eliminiamo possibili distrazioni.

D’altra parte, si consiglia anche di informare i clienti del disponibilità degli articoli prima di procedere alla pagina di pagamento. Per evitare frustrazioni per problemi di stock, è meglio includere la quantità di inventario nella pagina del prodotto.

#4 Opinioni

In caso di dubbio sull’acquisto o meno di un prodotto, cosa facciamo di solito? Chiedi ad altri che l’hanno usato. Nell’ambiente digitale, questo si traduce in opinioni degli utenti che hanno già acquistato e apprezzato tale articolo. Il semplice fatto di abilita i commenti nella pagina del prodotto può fare la differenza che fa pendere l’equilibrio verso l’acquisto.

READ  Primo festival specializzato al 100% in eCommerce nelle Isole Canarie, Ecommfest

#5 Usabilità ed esperienza utente

I consumatori raramente decidono di acquistare qualcosa, lo trovano rapidamente e lo acquistano in un’esperienza semplice e unica. Al contrario, gli acquisti online sono generalmente indiretti, inefficienti e non lineari. Più è facile per gli utenti spostarsi nel carrello e nel nostro negozio, più è probabile che finiscano per acquistare.

Tra gli altri consigli sull’usabilitàraccogliamo quanto segue: contenuto chiaro e conciso, design adattato all’immagine del nostro marchio, colori vividi e coerenti, immagini di qualità che trasmettono sicurezza, gateway di pagamento veloce, tempi di caricamento ridotti, raggruppamento dei prodotti in categorie, uso di filtri, offrire la possibilità di accesso senza registrazione, prezzi trasparenti, ecc.

#6 Chiarimento sui costi

Ci sono poche cose più fastidiose che provare ad acquistare un prodotto online aspettandosi di pagare un prezzo solo per scoprire in seguito di averlo costi nascosti, tasse o supplementi. I più odiati, associati all’e-Commerce, sono i Spese di spedizione, tanto da essere uno dei motivi principali dell’abbandono dei carrelli della spesa. È essenziale esserlo trasparente in tal senso e informare, senza timore, se l’articolo selezionato ha un qualsiasi tipo di addebito aggiuntivo.

Idealmente, offri spedizione gratuita o fallo da un certo prezzo di acquisto. Inoltre, si consiglia di avvertire del stime di consegnapoiché l’incertezza e la sensazione di attesa possono essere molto negative per l’utente e finire per avere una brutta esperienza.

#7 vendita incrociata

Questa tecnica, che consiste nell’offrire prodotti complementari a cui l’utente sta consultando, è un modo ideale per aumentare il prezzo del carrello e mantenere l’utente in sessione, impedendone l’abbandono. Ad esempio, se l’utente sta guardando una console per videogiochi, potremmo offrire controlli secondari, giochi che potrebbero interessare l’utente, gadget aggiuntivi e così via.

READ  Che cos'è Omnichannel e in che modo aiuterà la tua strategia di marketing?

#8 Vari metodi di pagamento

Quando progettiamo le pagine di pagamento del nostro e-Commerce, è normale che non vogliamo che nulla si frapponga tra i nostri clienti e il loro acquisto. Tuttavia, se offriamo un unico metodo di pagamento stiamo mettendo ostacoli inutili alla loro esperienza di acquisto.

Ci sono alcune forme di pagamento che sono ovvie, come la carta di credito, ma oggi i consumatori ce l’hanno più opzioni che mai: PayPal, carta di debito, contrassegno, bonifico bancario pro, Apple Pay, Google Wallet, ecc. Anche se è vero che più metodi offriamo, più sforzi dovremo fare, questo ripaga enormemente per evitare possibili abbandoni.

#9 Sicurezza e garanzie

Nell’e-commerce, gli utenti sono tenuti a fornire alcune delle loro informazioni personali, come l’indirizzo di spedizione o i dettagli della carta di credito durante il checkout. In modo che questo non sia un problema, Dovrebbero sentirsi al sicuro sul nostro sito Web, per il quale dobbiamo mostrarli sigilli di fiducia e garanzia.

# 10 Retargeting

Il nostro miglior consiglio per combattere l’abbandono è accettare che alcuni clienti finiranno inevitabilmente per andarsene i loro carrelli della spesa. Tuttavia, la tecnica di retargeting rappresenta a seconda opportunità per interagire con il cliente e fargli concludere l’acquisto.

L’e-commerce sta crescendo rapidamente velocità. Le aziende hanno già rilevato i vantaggi dell’ingresso nel mercato online, con il quale possono raggiungere più clienti e offrire valore aggiunto ai propri servizi. Se vuoi formarti in eCommerce e imparare a controllare l’intero processo di acquistodal momento in cui l’utente visita il tuo sito Web fino a quando l’ordine arriva a casa, Tektankti offre il Post-Laurea in e-Commerce Multicanale: Local, Social, Mobile, con il quale padroneggerai tutte le aree di conoscenza necessarie per raggiungere una visione trasversale del commercio elettronico.

Torna su