Cos'è il Design Thinking?

Cos’è il Design Thinking?

Il significato di Pensiero progettuale è design thinking ed è una metodologia di innovazione agile focalizzata sull’utente, che consiste nell’integrare i bisogni delle persone e nell’uso delle nuove tecnologie per trovare soluzioni pratiche ai problemi delle persone. Continua a leggere e imparerai cos’è la metodologia del Design Thinking.

Il Pensiero progettuale è una metodologia di innovazione agile centrata sull’utente

Potrebbe piacerti anche: Master in Metodologie Agili

Le fasi principali del Design Thinking

Il processo di Design Thinking è molto simile a quello di una lean startup, compreso lo sviluppo di idee precedenti, cercando di definire un’idea, indagarla ed essere in grado di raggiungere una soluzione il prima possibile. Consiste in: definire, ricercare, ideare, prototipare, misurare e apprendere. Di cosa sono fatti ciascuno?

  • Fase dell’empatia: L’empatia è la capacità che abbiamo di metterci nella situazione di un altro e di comprenderlo non dal nostro punto di vista ma dal loro. E questa è la prima fase del processo di design thinking in cui utilizziamo le mappe per connetterci con i consumatori e scoprire quali sono le loro esigenze.
  • Fase di definizione: definiamo il problema e quali parole useremo per risolverlo. Quali 3 elementi sono integrati nel processo? Le persone, la tecnologia e l’azienda sono i fattori con cui dobbiamo confrontarci per scoprire qual è il problema.
  • Fase di ideazione: possiamo fare un brainstorming di tutte le idee che abbiamo per trovare la soluzione al problema del cliente. Tutte le idee sollevate ci porteranno a sviluppare un business plan per il prodotto che lanciamo.
  • Fase di prototipazione: il prodotto minimo vitale fa parte di questo processo. Potremmo creare prototipi di un prodotto in base a questo processo. Qui useremo la tela del modello di business per implementare l’innovazione.
  • Fase di misurazione e collaudo: definire le metriche rilevanti per quantificare i risultati dell’innovazione che vogliamo implementare nei nostri nuovi prodotti o servizi. La misurazione è necessaria per sapere se i processi innovativi stanno realmente avendo un impatto sull’azienda.
  • fase di apprendimento: qui analizzeremo i risultati di tutti i test per vedere se sono soddisfacenti e quindi offrire la soluzione corretta ai problemi dei nostri consumatori.
READ  I 50 teorici del business più influenti al mondo secondo Forbes

Cosa porta il Design Thinking nella tua azienda?

Un modello di metodologie agili che ci permette di innovare nei prodotti sulla base di risultati soddisfacenti. Il pensiero progettuale È una tecnica utilizzata dai designer per sviluppare prodotti innovativi che soddisfino le esigenze dei clienti. È integrato da logica, immaginazione, intuizione e ragionamento sistematico, per esplorare le possibilità di ciò che può essere fatto e progettare risultati che favoriscono i clienti. I risultati sono studiati per ottenere una soluzione pratica, utilizzando analisi e immaginazione.

Pertanto, lo scopo di implementare questa tecnica di metodi agili è:

  • Trovare la semplicità nella complessità
  • Bellezza oltre che funzionalità
  • Migliora l’esperienza di qualità
  • Crea soluzioni eleganti
  • Servire i bisogni delle persone

Esempi di Design Thinking

Se in tutto questo articolo ti sei chiesto come dovrebbe essere una buona esecuzione della metodologia Pensiero progettuale Ecco alcuni esempi di aziende che lo hanno utilizzato per risolvere le proprie sfide e raggiungere con successo i propri obiettivi.

Orale-B

Anni fa, l’azienda di igiene dentale voleva aggiornare i suoi spazzolini elettrici. La richiesta iniziale era di aggiungere ulteriori funzioni che consentissero all’utente di controllare la frequenza dello spazzolamento, determinare la sensibilità delle gengive e riprodurre musica.

Tuttavia, il team di Design Thinking ha notato che lavarsi i denti era un atto nevrotico per alcune persone. Pertanto, l’aggiunta di più funzionalità potrebbe comportare un maggiore stress per gli utenti. Le soluzioni che proponevano in cambio per migliorare l’esperienza dell’utente consistevano nel migliorare gli aspetti legati alla funzionalità del pennello.

Uno consisteva nel rendere lo spazzolino facile e veloce da caricare e il secondo era in grado di sostituire le testine consentendo all’utente di collegare lo spazzolino al proprio dispositivo mobile e aggiungere notifiche di promemoria. Entrambe le proposte hanno avuto successo poiché sono state progettate per soddisfare reali esigenze dell’utente.

READ  Che cos'è la prototipazione e come prototipare un prodotto?

Questo è un esempio che il Pensiero progettuale Non consiste solo nel proporre soluzioni creative, ma anche nel testare iniziative non ancora attuate.

Uber mangia

L’azienda Uber Eats ha utilizzato la metodologia di Pensiero progettuale per creare il “Programma Walkable”. Questo programma è stato progettato in modo che il team possa immergersi fisicamente negli ambienti quotidiani delle diverse città per comprendere il cibo, la cultura e le infrastrutture del luogo in cui arriva.

Inoltre, la squadra partecipa costantemente a prove rapide sul campo dove intervistano i ristoratori, gli addetti alle consegne e i destinatari del cibo per imparare a migliorare e innovare costantemente.

Facendo questo processo immersivo ottengono entrare in empatia con l’esperienza a 360 gradi di tutti i soggetti coinvolti nel processo. Attualmente Uber Eats opera in più di 80 città in tutto il mondo e continua a crescere.

4 Competenze necessarie per sviluppare processi di Design Thinking

Le competenze necessarie per essere in grado di sviluppare processi di design thinking sono molto semplici, ma sono necessarie

  • Empatia: Devi essere in grado di metterti nei panni dell’altro per identificare le sue motivazioni, paure, dolori, insomma quali problemi ha che non possono essere risolti.
  • Creatività: Per risolvere questi problemi, devi pensare fuori dagli schemi ed essere in grado di vedere oltre, liberandoti dai tuoi pregiudizi per trovare soluzioni sorprendenti ai problemi comuni.
  • Mentalità snella: è molto importante che il tuo pensiero sappia scartare tutto ciò che non aggiunge valore all’utente. Tendiamo a sviluppare soluzioni e prodotti digitali con molte funzioni che l’utente non utilizza mai. Cercate di eliminarli e se non succede nulla erano inutili.
  • Metodo scientifico: seguire una metodologia che ci permetta di validare sistematicamente le nostre ipotesi sarà necessario per testare le nostre teorie.
READ  Cos'è e come diventare un nomade digitale

Cos'è il Design Thinking?  - pensiero progettuale nel mondo degli affari 1 1024x682

Il Design Thinking come strategia per l’innovazione

Quando le caratteristiche dell’innovazione sono incluse nella strategia e nell’innovazione, il tasso di successo aumenta. Il design può essere applicato a prodotti, servizi, processi… tutto ciò che può ottimizzare l’interazione umana. Puoi progettare il modo in cui dirigi, guidi, crei e innovi.

Sappiamo che i metodi agili sono tipi di problem solving che integrano tecniche come lo sviluppo iterativo, la gestione del rischio e la trasparenza. Nonostante non siano designer, gli imprenditori possono applicare questo tipo di pensiero nelle loro aziende per innovare i prodotti.

Il Pensiero progettuale è il processo di innovazione concentrandosi sulle persone, ovvero integrando i bisogni delle persone e l’uso delle nuove tecnologie per raggiungere il successo nella nostra azienda. Un processo agile che cerca di trovare soluzioni pratiche ai problemi delle persone.

Se vuoi allenarti su queste metodologie agili e sulla Trasformazione Digitale, non perdere il Master in Metodologie Agili dove imparerai a consolidare le tue conoscenze e competenze digitali per applicare le leve di crescita e trasformazione ai massimi livelli.

E tu, hai usato una tecnica simile? Come ha funzionato per te? Ricorda che puoi condividere questo post quando vuoi! 🙂

Torna su